Home / Eventi e Curiosità / “L’altrui misura”. Quando le “diversità” diventano ricchezza

“L’altrui misura”. Quando le “diversità” diventano ricchezza

Domenica 21 maggio alle ore 21, al Teatro Dora di Torino, (Presso Sporting Dora) Corso Umbria 83, andrà in scena lo spettacolo “L’altrui misura” scritto e diretto da Lucilla Lupaioli e Alessandro Di Marco, con Guido Del Vento e Martina Montini. Lo spettacolo è organizzato dall’Associazione Culturale Ma.Di.
Questa commedia, esilarante, leggera e coinvolgente, dà voce alle “diversità” e ai cosiddetti diversi, giocando sulla reciproca diffidenza: voci che, dissentendo, possono fare fronte comune e vincere l’intolleranza e il perbenismo.
“L’altrui misura” indaga con ironia il tema della diversità e della difficoltà di gestire e integrare categorie che, spesso, sentiamo diverse e lontane da noi. Un giovane uomo, specchio del pensiero di molti di noi, si incontra e si scontra con la paura ancestrale di non essere abbastanza, di non essere adeguato, vestendo anche i panni di personaggi scomodi e disagiati più di lui. Lascia la parola a un disabile, immobilizzato su una carrozzina, arrabbiato con un gay che vive nel suo stesso palazzo, furente, a sua volta, con una mamma sotto pressione – presa e persa fra figli pannolini e pasti da preparare – che accenna a una trans che non tollera il disabile perché crede che un uomo in carrozzina non deve chiedere ogni giorno, a differenza di lei, il permesso di essere se stessa.
I personaggi di questo spettacolo giocano con le parole e con le loro vite, si passano la parola, interagiscono con il pubblico, alternano ritmi, risate e riflessioni per sondare il terreno dove si ancora la radice che li incatena al seme dell’intolleranza, provando ad estirparla.
Il testo, nato da un’idea di Guido Del Vento, scritto e rielaborato da Lucilla Lupaioli e Alessandro Di Marco segue uno schema irregolare, proprio come gli input che vengono dal pensiero e dal cuore ed è il frutto anche di un lavoro personale sulle proprie intolleranze e sul desiderio di trasformarle in accettazione e amore.
La presenza di un alter ego, altro sguardo, impersonato da Martina Montini, attrice e performer, focalizza il bisogno di confronto e di scambio su un tema che tocca ognuno di noi.
Guido Del Vento – “Un fiume in piena, ironico, riflessivo, brillante, camaleontico” (G.Doronzo- Magazine) – dopo aver completato un percorso di formazione attoriale (Centro Studi Acting di Lucilla Lupaioli e Officine della poesia-Teatro Quirino di Ugo De Vita) inizia la sua lunga gavetta calcando piccoli e grandi palcoscenici diretto da diversi registi fra i quali Lupaioli, Di Marco, Melchionna, Freiberg, Sena. Le diverse esperienze e la sua versatilità gli permettono di affinare il suo talento: gioca con il pubblico, lascia affiorare la sua sfera emotiva, diversifica le sue performance attraverso registri comici, drammatici e cabarettistici. Registi cinematografici come Luca Lucini e Davide Gentile si accorgono di lui e lo scelgono come protagonista di pubblicità televisive importanti e diventa testimonial di spot come Bio Presto e Chicco. Attualmente è impegnato con lo spettacolo “L’Altrui Misura”, un “One man Show” che evidenzia la sua poliedrica personalità.
Guido Del Vento, nella sua attività teatrale itinerante, sostiene e promuove le attività della Casa Famiglia La Coccinella di Anzio (Rm).
Costo dei biglietti: € 10.00
Info e prenotazioni: Tel. 011/488114, tutti i giorni, dalle 10 alle 12. nuovavanguardia@gmail.com
Pagine Social (Facebook): Guido Del Vento – @LAltruiMisura

Leggi anche

Torna la compagnia 7D Senior con “Al bordo della tavola”

La compagnia 7D Senior torna sul palco. Dal 9 all’11 giugno alle ore 21.00, presso …