Cavalcaferrovia, lavori definitivi rinviati al 2019

160

E’ scontro frontale tra il centro-sinistra e l’Amministrazione comunale sul cavalcaferrovia di via Poirino, dopo la decisione di rinviare al 2019 l’opera di manutenzione straordinaria definitiva.
«La Giunta, per far fronte ad altri interventi di manutenzione strade, ha deciso di rinviare un intervento che noi riteniamo essere fondamentale per la sicurezza della viabilità, con la completa riapertura al traffico –ha sottolineato Emilio Gamna, a nome della Coalizione Insieme, chiedendo l’annullamento della relativa delibera- Inoltre, in questo modo, occorrerà trovare nuovamente le risorse, circa 280 mila euro, che invece erano state già messe a disposizione dalla precedente Amministrazione. Quando avremo la soluzione definitiva di questo importante problema?».

Alessandro Cammarata
Alessandro Cammarata

Di tutt’altro avviso l’assessore ai lavori pubblici, Alessandro Cammarata: «La questione del cavalcaferrovia è stata affrontata e risolta già questa estate: l’opera è ora in piena sicurezza, possono circolare tutti i veicoli fino a 3,5 tonnellate e il terrapieno viene monitorato costantemente – ha ribattuto, evidenziando come la struttura in cemento non sia mai risultata danneggiata- Per questo abbiamo ritenuto più importante impegnare quei fondi, presi da residui di mutui per manutenzione viaria, e usarli a ripristinare il manto in tutte le strade carmagnolesi, lasciate in pessimo stato dalla precedente Amministrazione».
L’assessore ha poi sottolineato come il progetto da 280 mila euro per il cavalcaferrovia prevedesse alcuni interventi che, dopo i lavori estivi, sono risultati superflui. «Inoltre c’è una visione diversa sul ruolo di quella strada rispetto all’intera viabilità cittadina», ha concluso.
Lo scontro è proseguito anche tra i banchi del Consiglio. «E’ paradossale che oggi sia proprio il centro-sinistra, la cui Giunta ha tenuto chiuso il cavalcaferrovia per troppi mesi, a chiedere oggi tempi celeri alla nostra Amministrazione -ha sottolineato il capogruppo forzista Domenico La Mura- Inoltre,visto che ora le macchine già possono circolare, la “completa riapertura” significa in pratica permettere di nuovo il passaggio dei tir in città. E’ questo che vogliamo?».

Paolo Sibona
Paolo Sibona

Paolo Sibona (Pd) ha replicato: «L’intervento fatto in estate, quindi, da provvisorio diventa definitivo? Per noi resta una decisione sbagliata: ci sono le risorse per un intervento risolutivo, perché destinarle altrove? Inoltre trovo curioso ritenere che quello sia un modo per limitare il traffico pesante».