Il “monumento al nonno” di Carmagnola ha compiuto 20 anni

40

Voluto dal Lions Club Carmagnola, il monumento al nonno si trova nel parco di Cascina Vigna e venne realizzato su idea dell’allora studente Demis Casciu.

festa dei nonni monumento al nonno

Ha festeggiato i 20 anni il “monumento al nonno” del parco di Cascina Vigna, a Carmagnola.

La vicenda ebbe inizio quando il Direttivo del Lions Club Carmagnola decise di bandire un concorso nelle scuole superiori della città: “Se tu dovessi erigere un monumento nella tua città, a chi o a cosa lo dedicheresti? Dove lo posizioneresti? Chi incaricheresti per realizzarlo?”. 

Al tema proposto diedero risposta una ventina di ragazzi e, curiosamente, tutti individuarono come soggetti da “monumentalizzare” persone o cose diverse: furono proposti -giustamente, perché simboleggiano Carmagnola- il conte Francesco Bussone detto “Il Carmagnola”, oppure il peperone; altri invece puntarono sugli affetti famigliari: la mamma, la famiglia; altri ancora su idee: la felicità, la libertà, l’amore; altri ancora l’acciuga (componente della bagna caoda) o il cane, simbolo di fedeltà.

Tra gli elaborati venne scelto quello di Demis Casciu, allora allievo nella terza B dell’Istituto professionale per l’agricoltura e l’ambiente “Ubertini”, che individuava la figura del nonno e motivava la sua scelta con il fatto di aver sempre sentito la mancanza di questa figura, a lui sconosciuta perché scomparsa quando era troppo piccino.

Avrebbe posizionato poi il monumento nel parco di Cascina Vigna, proprio perché qui i nonni portano a giocare i propri nipotini.

Così, in occasione del 25° anniversario di fondazione, il Lions Club Carmagnola prese in mano il progetto e, con costanza e determinazione, lo portò a compimento.
Non fu facile: i problemi da superare furono numerosi. Innanzitutto la scelta del progetto, che vide prevalere quello bellissimo del lions Marcello Peola (artista di fama indiscussa) su un altro progetto altrettanto valido -ricordano dal Lions carmagnolese- Poi il coinvolgimento dell’Amministrazione comunale, che si dimostrò molto sensibile e collaborativa; quindi il reperimento dei fondi. L’opera, realizzata dal socio Lions Franco Artero, è, a quanto ci risulta, unica nella sua tematica. Si aggiunge al patrimonio artistico della nostra Comunità, a testimonianza ai posteri dell’attività del Lions Club Carmagnola“.