Storie di sport con Gazzaniga all’Aperilibro Ragazzi

214

Venerdì 15 novembre lo scrittore Riccardo Gazzaniga sarà protagonista all’Aperilibro Ragazzi, presentando i suoi due ultimi libri a tema sportivo. Modera Francesco Rasero, vice direttore de “Il Carmagnolese”.

Aperilibro Ragazzi Carmagnola novembre 2019 GazzanigaNuovo appuntamento venerdì 15 novembre con l’Aperilibro Ragazzi, alla presenza dello scrittore Riccardo Gazzaniga e dei suoi ultimi due libri a tema sportivo, “Colpo su colpo” e “Abbiamo toccato le stelle – Storie di campioni che hanno cambiato il mondo”.

L’appuntamento, a cura del Gruppo di Lettura Carmagnola, si terrà nella Sala Monviso di Cascina Vigna, in via San Francesco di Sales 188, alle ore 21.
L’incontro sarà moderato da Francesco Rasero, vice direttore de “Il Carmagnolese”. Ingresso gratuito sino ad esaurimento posti.

Riccardo Gazzaniga è nato a Genova nel 1976. Dopo aver frequentato il liceo classico, si è arruolato nella Polizia di Stato. Nel 2013 ha pubblicato “A viso coperto”, con cui ha vinto il premio Calvino e il premio Massarosa; nel 2016 “Non devi dirlo a nessuno”, nel 2018 “Abbiamo toccato le stelle” e, recentissimo, nel 2019 “Colpo su colpo”.

I due libri che saranno presentati all’Aperilibro Ragazzi, partendo dallo sport, raccontano temi di grande attualità e importanza, soprattutto per il mondo giovanile.

“Colpo su colpo” affronta la storia di Giada, 16 anni, che ha appena trovato il coraggio di dire al padre che le piacciono le ragazze e che sembra in pace con se stessa solo sul ring, mentre fa boxe. “Se lo sport è la migliore cura, riuscire ad accettare se stessi rappresenta la vera vittoria” è il messaggio del libro, in cui Gazzaniga, con una scrittura vivida e analitica come i fotogrammi di un film, racconta una storia di amore e lotta attraverso una famiglia dei nostri giorni.

“Abbiamo toccato le stelle” mette insieme invece tante storie -raccontate dall’autore con voce forte e dolce, epica e commovente- di campioni dello sport che hanno saputo dimostrare come lo sport non sia fatto solo di vittorie e di sconfitte, ma importante è anche come si vince e come si perde. «Essere un campione significa conquistare un primato morale, saper difendere un ideale nobile, dare un esempio. E combattere contro avversari invisibili e subdoli come la discriminazione razziale, politica o sessuale, contro malattie o infortuni gravissimi, o semplicemente contro regole ingiuste e tradizioni fuori dal tempo».

I protagonisti dei venti racconti di Gazzaniga, con le loro scelte coraggiose e la loro straordinaria capacità di lottare, mostrano come lo sport possa cambiare il mondo, quando si fa portavoce dei più alti valori umani: da Yusra Mardini, ragazza che scappò a nuoto dalla guerra, a Gino Bartali, campione che pedalò per salvare centinaia di ebrei; da Kathrine Switzer, prima donna a correre una maratona, a Peter Norman, eroe silenzioso tra i due giganti del 1968.