A Poirino lo spettacolo “Non un’opera buona” su Martin Lutero

584

Sabato 6 novembre al teatro Salone Italia di Poirino andrà in scena lo spettacolo “Non un’opera buona”, scritto e diretto da Michele Segreto.

Lo spettacolo parte dalle gesta di Martin Lutero per interrogarsi su temi contemporanei (foto: sito web ServomutoTeatro)

Nella serata di sabato 6 novembre 2021, alle ore 21, si terrà al teatro Salone Italia di Poirino lo spettacoloNon un’opera buona“, messo in scena dalla Compagnia Servomuto Teatro, con la regia di Michele Segreto.

“Il 31 Ottobre del 1517 il monaco Martin Lutero affigge al portone della Chiesa di Wittenberg 95 tesi contro la pratica delle indulgenze. Nato come una semplice proposta di rinnovamento, questa dichiarazione si tramuta ben preso in una ribellione, un evento destinato a cambiare il profilo dell’Europa e del mondo nei secoli successivi -raccontano dalla compagnia teatrale- Quello di Wittenberg è il più famoso atto di ribellione della storia, ma non è il primo e soprattutto non sarà l’ultimo momento storico in cui un uomo, o una manciata di uomini, alzano la mano in mezzo alla folla, in segno di protesta. Cosa li spinge a farlo?”.

E continuano: “La vicenda di Lutero, a oltre 500 anni dall’affissione delle tesi, ci permette di intavolare un discorso sulle responsabilità individuali incredibilmente attuale. Se oggi come allora orientarsi nel nostro mondo sembra essere sempre più complicato, forse, parafrasando Lutero, l’unica cosa giusta da fare è agire secondo coscienza“.

Il biglietto costa 10 euro. Si ricorda che per accedere al Teatro Salone Italia di Poirino per lo spettacolo “Non un’opera buona” sarà necessario mostrare il green pass all’ingresso.

Gli spettacoli di novembre al teatro comunale di Cambiano