Banche, quasi 600 sportelli in meno in Italia: vola l’online banking

23

Banche, quasi 600 sportelli in meno in Italia: vola l’online banking

L’online banking c’è sempre stato, ma negli ultimi anni grazie alle novità introdotte dalle banche tradizionali e non, sta avendo un vero e proprio successo.

Aumenta la produttività ma diminuiscono gli sportelli

Nel corso del primo trimestre del 2024 le prime cinque banche italiane hanno registrato una crescita dell’utile del 25%, che ha raggiunto il valore di ben sei miliardi di euro. È quanto emerge da un’analisi della fondazione Fiba di First Cisl.

Il cost/income nel 2024 è pari al 39,8%, un valore decisamente più basso rispetto al valore del cost/income del 2023, che era stato del 43,1%. La riduzione dei costi è dovuta principalmente al successo sempre più grande dell’online banking rispetto ai servizi bancari tradizionali.

Di conseguenza, e non a caso, in Italia stanno diminuendo gli sportelli: sono 558 in meno (-4,6%), e diminuiscono anche i dipendenti impiegati agli sportelli. Basti pensare che negli ultimi anni i dipendenti licenziati sono stati 6.504 (il 2,8%). Rispetto a un anno fa è aumentata anche la produttività delle banche (di circa il 5,5%): questo soprattutto grazie al banking online, che viene scelto da sempre più persone. Grazie a questi tagli e adattamenti, le banche italiane hanno raggiunto il livello delle banche europee, anzi, a differenza di queste ultime quelle italiane registrano un Npl ratio lordo in discesa, e un conseguente aumento di qualità del reddito.

La scelta dell’home banking

Il picco della crescita dell’home banking è stato registrato dopo il lockdown dovuto alla pandemia, un periodo dove le persone hanno modificato in larga parte le loro abitudini e la gestione del tempo e del denaro. Ciò che ha spinto molte persone ad affidarsi al banking online è senza dubbio il netto miglioramento della protezione dei dati sensibili, dei pagamenti e dell’intera privacy dell’utente.

In generale, sono numerosi i vantaggi e le opportunità di cui si può beneficiare con l’home banking: online, ad esempio, si possono aprire conti correnti a zero spese molto convenienti, come spiega Punto Informatico, poiché permettono agli utenti di risparmiare non solo molti costi legati all’apertura e al mantenimento di un conto corrente, ma anche molto tempo. Ciò che piace agli utenti è anche la facilità di utilizzo delle app, che permettono di gestire il tutto in qualsiasi momento della giornata. In questo modo non è più neanche necessario fare cose interminabili dietro gli sportelli per compiere una semplice operazione che adesso può essere effettuata comodamente dal divano di casa.

In conclusione, l’avvento dell’online banking ha rivoluzionato il settore finanziario, trasformando radicalmente le interazioni quotidiane con le banche. Grazie alla comodità di gestire le finanze da qualsiasi luogo e dispositivo, il banking online ha reso più accessibile e sicuro il controllo dei conti. Questa trasformazione continua a ridefinire le aspettative dei clienti e a guidare l’innovazione nell’industria finanziaria, ponendo le basi per una futura evoluzione digitale nel modo in cui interagiamo con il denaro.