Camera di Commercio Cuneo: 1,5 milioni di euro per i bandi 2023

358

Camera di Commercio Cuneo investe per sostenere le imprese: cinque nuovi bandi con uno stanziamento complessivo di 1,5 milioni di euro.

A Cuneo nuovi bandi a supporto delle imprese

Prosegue l’impegno della Camera di Commercio di Cuneo a sostegno delle imprese: a maggio sono stati destinati, con appositi bandi, 100.000 euro per sostenere l’attività promozionale nei settori agricolo e zootecnico e 100.000 euro per supportare le attività di promozione, digitalizzazione e sostenibilità del settore commerciale, mentre lunedì 3 luglio si è aperto il bando per la corresponsione di contributi per la valorizzazione e promozione del settore turismo per il quale sono stati destinati 160.000 euro.

Oggi, 10 luglio, vengono aperti, oltre a quello a sostegno dei progetti innovativi, inclusivi e sostenibili proposto dalle Associazioni di Categoria su tematiche di grande interesse economico e sociale, nuovi quattro bandi: uno riguardante lo sviluppo dei criteri ESG, uno circa la transizione energetica, uno per le reti d’impresa e infine uno per l’alternanza scuola-lavoro. I bandi prevedono uno stanziamento complessivo pari a 1.500.000 euro.

Roberto Ricchiardi nuovo presidente di Confcommercio Imprese Cuneo

Questi nuovi quattro bandi nascono da uno studio su diverse questioni. I primi due, dedicati allo sviluppo dei criteri ESG (Environmental, Social e Governance) e alla transizione energetica, sono bandi riproposti dopo l’esperienza del 2022 e sono pensati per stimolare il percorso delle imprese cuneesi verso la sostenibilità. Forte di un plafond di 770.000 euro, il bando 2023 prevede la possibilità di finanziare le consulenze riferite a un ampio spettro di progettualità che spaziano, ad esempio, dall’analisi delle forniture di energia agli studi di fattibilità per progetti di riqualificazione energetica e di realizzazione di una Comunità Energetica Rinnovabile (CER). C’è anche la possibilità di formare e qualificare le risorse interne per il ruolo di Energy Manager con corsi di almeno 40 ore.

“Lo scorso anno abbiamo inaugurato il primo Laboratorio ESG in Piemonte e con i bandi dedicati alla transizione energetica, allo sviluppo dei criteri ESG e ai voucher digitali vogliamo continuare ad aiutare il nostro tessuto imprenditoriale a vincere la sfida della doppia transizione – afferma il Presidente Mauro Gola Accanto a queste risorse ne abbiamo impegnate altre, convinti che possano essere un booster per favorire le reti d’impresa, l’occupabilità dei giovani con progetti di alternanza scuola-lavoro e l’attivazione di progetti innovativi, inclusivi e sostenibili su tematiche di grande impatto sociale ed economico”. 

Il bando ESG è soltanto la prima di una serie di misure volte a supportare il sistema imprenditoriale cuneese. Il terzo bando prevede infatti uno stanziamento di 50.000 euro  destinato a supportare la costituzione, l’eventuale revisione e la promozione delle reti d’impresa, tipologia contrattuale che consente di mettere in comune attività e risorse per migliorare il funzionamento aziendale e rafforzare la competitività delle aziende senza che debbano rinunciare alla propria autonomia giuridica individuale.

Due racconigesi premiati dalla Camera di Commercio di Cuneo

Il quarto bando proposto, dedicato all’Alternanza scuola-lavoro, prevede 80.000 euro per incentivare le imprese che attivano percorsi di alternanza scuola-lavoro con studenti della scuola secondaria di secondo grado e i centri di formazione professionale (CFP), con durata minima di 80 ore. Tale attenzione nasce dall’idea che l’alternanza scuola-lavoro possa essere un’esperienza fortemente significativa in quanto, attraverso la pratica, aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini degli studenti, arricchendone la formazione e i percorsi di studio.

È invece di 300.000 euro lo stanziamento messo a disposizione per il quinto bando, pensato per favorire le le Associazioni di categoria in investimenti in progetti, innovativi, inclusivi e sostenibili ad alto valore sociale su tematiche di grande attualità quali la sostenibilità, l’occupabilità e il lavoro, i giovani, il reinserimento occupazionale, la qualificazione dei lavoratori stranieri.

È infine fondamentale capire l’impatto sul territorio delle proprie politiche e proprio per questo due di questi bandi sono stati inseriti, in via sperimentale, nella valutazione d’impatto che sarà realizzata dal Politecnico di Torino, Dipartimento di Ingegneria Gestionale, sia per misurarne le ricadute economico sociali sulle imprese sia per acquisire elementi utili a migliorare la qualità e l’efficacia della programmazione degli interventi a sostegno dell’economia del territorio. Nelle prossime settimane saranno destinate, con il sistema camerale piemontese e la Regione Piemonte, altre risorse al bando voucher digitali, uno strumento con il quale, da anni, accompagniamo le imprese nel loro percorso di digitalizzazione e di innovazione, indispensabile per accrescere la competitività sui mercati interni ed esteri.

Un milione di euro per agevolare le aziende agricole del Piemonte