Carmagnola: il centro-sinistra chiede chiarimenti sulla chiusura di una sala slot

392

Interpellanza in Consiglio comunale da parte di Carmagnola Insieme in merito alla chiusura di una sala slot: «era stata autorizzata dal Comune?».

sala slot machines carmagnola
La chiusura di una sala slot dedicata al gioco d’azzardo sarà oggetto di discussione in Consiglio comunale a Carmagnola [immagine di repertorio – foto di Kent Buckingham @ Flickr]
Il tema delle slot machines a Carmagnola torna a far discutere il Consiglio comunale: al centro del dibattito, questa volta, la recente chiusura di una sala da gioco, ordinata dalla Questura di Torino in seguito alla segnalazione di alcuni residenti.

Sono i consiglieri di centro-sinistra della Coalizione Carmagnola Insieme (PD e Carmagnola Civica) a sollevare la questione, con un’interpellanza che verrà discussa nella seduta di questa sera dell’Assise civica.

Gioco d’azzardo, il voto (non unanime) del Consiglio comunale di Carmagnola

«Siamo venuti a conoscenza che la sala slot, attiva da pochi mesi sul territorio carmagnolese, sarebbe stata chiusa per la vicinanza ad un esercizio commerciale che permettere il trasferimento di denaro -si legge nel documento presentato dai rappresentanti di opposizione- La stessa avrebbe ottenuto i regolari permessi da parte degli Enti preposti, tra cui il Comune».

Da qui le domande all’Amministrazione: «L’Ente comunale ha davvero autorizzato, in qualche forma, l’avvio di questa attività? E i residenti, prima di rivolgersi alla Questura, hanno contattato il Comune?».

Il centro-sinistra chiede inoltre se -in ottemperanza a quanto previsto dalla legge regionale contro il gioco d’azzardo patologico– sia stata pubblicata sul sito internet comunale una mappa dei “luoghi sensibili” presenti sul territorio.

“No alle slot machines”, da Carmagnola la protesta è bi-partisan