Castagnole, approvato uno studio per la variante al Piano Regolatore

713

La Giunta comunale di Castagnole Piemonte ha approvato lo studio idrologico e idraulico utile per la seconda variante strutturale al Piano Regolatore del paese; alle spalle un’analisi approfondita del territorio e dei suoi corsi d’acqua.

castagnole piemonte piano regolatore variante
La Giunta comunale di Castagnole Piemonte ha approvato lo studio idrogeologico e idraulico per la variante strutturale al piano regolatore del Comune (fonte foto: Facebook @ Adriano Ghirardi)

A Castagnole Piemonte la Giunta comunale ha approvato lo studio idrologico e idraulico, preparato dall’ingegnere Cuda, per continuare con l’iter legato alla seconda variante strutturale del Piano Regolatore Generale Comunale.

Per portare avanti la variante è necessario che questo documento sia in linea con il PAI (Piano di Assetto Idrogeologico), il cui scopo è la riduzione del rischio idrogeologico, per salvaguardare l’incolumità delle persone e minimizzare i danni ai beni esposti.

Castagnole, approvato lo studio di fattibilità per interventi al rio Oitana

Lo studio prevede una serie di interventi per la sistemazione idraulica dei principali corsi d’acqua di Castagnole Piemonte: Gorra del Molino, Gorra della Fuga, e Scolatore del Mottino; da questi è escluso il rio Oitana di cui si occupa un altro specifico intervento.

Per redigere il progetto è stato eseguito uno studio approfondito del reticolo idrografico del Comune grazie a fotografie e testimonianze dirette della Protezione Civile; inoltre sono stati anche effettuati dei sopralluoghi con il personale tecnico del municipio, i volontari della Protezione Civile, gli agricoltori e alcuni membri della Coldiretti.

Oggetto delle analisi sono stati anche i numerosi fenomeni alluvionali che hanno avuto luogo sul territorio, di cui i più recenti nel 2019 e nel 2016, quando le abbondanti precipitazioni avevano fatto esondare i corsi d’acqua provocando allagamenti in gran parte dell’abitato castagnolese.

Uno scatto che ritrae il paese di Castagnole Piemonte durante l’alluvione del 2016: nell’immagine è presente largo Trento (fonte foto: Comune di Castagnole Piemonte)

Lo studio ha quindi individuato alcuni interventi in particolare per la messa in sicurezza dell’abitato: il primo riguarda la circonvallazione, il secondo l’alleggerimento e la risagomatura della Gora del Molino e della Fuga. Infine la rete delle acque bianche di via Martiri della Libertà verrà potenziata e anche il rio del Mottino sarà risagomato.

L’importo complessivo presunto del progetto è di quasi quattro milioni di euro.

Virle, al via i lavori al ponte sul Lemina-Oitana: modifiche alla viabilità