“Cosa passa per la testa”: gli studenti raccontano l’attuale momento sociale

336

L’Istituto “Cigna – Baruffi – Garelli” di Mondovì, grazie ai racconigesi Fabiola Panero e Luca Forestello, ha pubblicato “Cosa passa per la testa!!!”, pensieri degli studenti sull’attuale momento sociale in Italia.

cosa passa per la testa
La pubblicazione “Cosa passa per la testa” edita dall’Istituto Cigna – Baruffi – Garelli di Mondovì a cura della professoressa Panero e del tecnico informatico Forestello

La professoressa racconigese Fabiola Panero, con gli studenti dell’Istituto di Istruzione superiore “Cigna – Baruffi – Garelli” di Mondovì, ha pubblicato un libro intitolato “Cosa passa per la testa!!!”, che raccoglie emozioni e testimonianze di questo particolare momento sociale.

Il libro è formato da testi e illustrazioni create appositamente per la pubblicazione -spiega la docente, che ha realizzato l’opera insieme al tecnico informatico Luca Forestello, anch’egli di Racconigi- Lo scopo è quello di fare conoscere alle generazioni future cosa noi e il nostro Paese abbiamo vissuto“.

Panero e Forestello hanno curato la parte grafica e la correzione dei testi; anche l’Istituto, con il supporto del dirigente scolastico Giacomo Melino, ha voluto dare un contributo a questa iniziativa.
“Cosa passa per la testa!!!” è acquistabile previa prenotazione nelle cartolerie o sul sito www.youcanprint.it.

Ringrazio il dirigente dell’Istituto, tutto il corpo docenti, il personale Ata, il vicepreside, l’assistente alla comunicazione, tecnici di laboratorio, le segreterie, la mia amica Elisa Corica e tutte le persone che hanno reso possibile questo progetto, che ha emozionato e ha impegnato i ragazzi dell’Istituto in modo costante e partecipativo per più mesi -commenta Fabiola PaneroIl nostro interesse è di fare conoscere a più persone il cambiamento che ha portato nelle vite delle persone questo periodo storico. L’intento sarebbe di presentarlo a Racconigi, Carmagnola e Savigliano ma, a causa del virus, per ora provvederemo a una diretta sui social“.