DC e debito pubblico: una serata tra storia e attualità

861

Eufemi libro DC Democrazia CristianaUna serata per ritrovare le “radici” democristiane, con l’idea di attualizzare e riproporre nella complessa situazione politica attuale il ruolo che ebbe la Dc, forza centrista e di governo.

Questo il senso dell’incontro in programma venerdì 8 giugno in biblioteca (via Valobra 102, dalle 20,30), con la presentazione del libro “Pagine democristiane, orgoglio di una grande storia” edito da Il Laboratorio Edizioni e scritto da Maurizio Eufemi, economista ed ex senatore dello Scudo Crociato.

La serata è organizzata dall’Associazione cittadina “Liberi Pensatori”, guidata dall’ex vicesindaco -e figura storica della Dc carmagnolese- Alessandro Salamone, che presiederà il dibattito. L’introduzione, invece, sarà a cura di un altro esponente di spicco della Democrazia Cristiana locale, Renzo Agasso, anch’egli vicesindaco (con i Popolari) e, in precedenza, consigliere provinciale.

Il dibattito prenderà il via dall’analisi fatta da Eufemi, ospite d’onore dell’incontro. Un’analisi quanto mai attuale, che parte proprio dai temi economici e, in particolare, dal debito pubblico italiano. La tesi dell’autore di “Pagine democristiane” è che la Dc non fu il partito della spesa: l’ex senatore Dc, nel suo volume, esamina infatti gli anni dal 1978 al 1994, focalizzandosi sulla politica economica di quei quindici anni in cui il Paese era guidato da governi a maggioranza democristiana.
Dall’adesione allo Sme al trattato di Maastricht -con un’analisi di atti parlamentari, documenti e verbali di riunioni dei gruppi parlamentari dello Scudo Crociato- “Pagine democristiane” ripercorre le grandi scelte degli anni Settanta e Ottanta: le leggi sul credito, sulle piccole e medie imprese, le concentrazioni bancarie, le privatizzazioni.
«Le ricostruzioni della politica economica dei governi democristiani, sono spesso fuorvianti, parziali e incomplete», scrive Eufemi, la cui missione è proprio sradicare i “luoghi comuni” che addebitano alla Dc la malattia dei conti pubblici italiani. La prefazione è a cura dell’ex ministro democristiano, Gerardo Bianco.

L’ingresso alla serata è gratuito.