Il Pelobate fosco protagonista della web serie “Connettere l’ambiente”

237

Il Pelobate fosco, l’anfibio più raro in Italia, è stato protagonista della web serie “Connettere l’ambiente”, realizzata dai giovani volontari del Servizio Civile, coinvolti da Città Metropolitana.

Pelobate fosco connettere ambiente
Un esemplare di Pelobate fosco

Il Pelobate fosco insubricus, l’anfibio più raro in Italia, rimasto in pochissimi luoghi fra Piemonte e Lombardia, è stato protagonista della quarta puntata di “Connettere l’ambiente“, la web serie realizzata dai giovani volontari del Servizio civile universale, coinvolti dalla direzione Comunicazione della Città Metropolitana, in collaborazione con le direzioni Risorse idriche e Sistemi naturali.

Il progetto ha l’obiettivo di mostrare ai cittadini parchi, aree protette e interventi di riqualificazione ambientale del territorio. L’episodio sul Pelobate è in parte ambientato a Cascina Bellezza, nel pianalto di Poirino, che può vantare un’ingente presenza del piccolo anfibio.

Pelobate Fosco, iniziato il monitoraggio nell’area tra Santena e Poirino

“La web serie è curata dai ragazzi del Servizio Civile in tutte le sue fasi: dalle sceneggiature all’attività redazionale di ricerca e al lavoro davanti alla macchina da presafanno sapere dalla Città Metropolitana di Torino- In questa puntata Bianca e Andrea, bloccati in ufficio dal maltempo, incontrano virtualmente Giovanni Soldato, erpetologo della Cooperativa Eleade, che spiega in un breve documentario quanto si sta realizzando per monitorare e proteggere il Pelobate fosco insubricus, grazie al progetto europeo Life Insubricus”. 

Il video dell’episodio è disponibile su youtube a questo link; Grp trasmette le puntate di “Connettere l’ambiente” il venerdì alle 22.30, il sabato alle 13.30 e la domenica alle 14.

Pelobate Fosco, un progetto interregionale per tutelarlo