In crescita il San Bernardo dei record

74

Sei punti nelle ultime quattro giornate, con pareggi e una vittoria, per il San Bernardo di coach Lovera. Contro il Pro Polonghera, tra le squadre più accreditate del girone, i biancorossi sfoderano una grandissima prestazione, tutta cuore e grinta. Dopo il vantaggio ospite, nel secondo tempo è un eurogoal di Quattrocchio a regalare il meritato pareggio ai padroni di casa.
La settimana successiva, contro il Pecetto, i biancorossi fanno la partita ma vengono puniti alla prima disattenzione difensiva. Masiello a fine primo tempo riporta le squadre in parità e l’assedio del secondo tempo non porta all’esito sperato, con il punteggio fisso sull’1-1.
Nel match contro il Pralormo è invece il nervosismo a farla da padrone: quattro espulsioni, tre per il Sanbe e una per gli ospiti, a condizionare fortemente il proseguo della gara. Nonostante l’inferiorità numerica e il goal messo a segno dagli avversari, grazie a Cavaglià il Sanbe agguanta il pareggio, conquistando un punto insperato.
Contro la Buttiglierese, ultima della classe, i ragazzi del presidente Agasso si presentano quindi in grande emergenza: nonostante squalifiche e infortuni, al 2’ Carbonaro sblocca il match e il raddoppio, su rigore di Mercadante, arriva a fine primo tempo. Nella ripresa, gli astigiani accorciano le distanze con una grande punizione, ma i biancorossi portano comunque a casa i 3 punti vincendo per 2-1.
«Il bilancio, a oggi, è positivo: purtroppo gli infortuni non ci danno tregua e non riusciamo mai a essere al completo, ma i ragazzi in campo stanno rispondendo alla grande –dichiara il dirigente Agasso- L’obbiettivo prioritario resta comunque la salvezza; solo dopo averla raggiunta proveremo a toglierci qualche soddisfazione».

r. spo.