Inaugura “L’alveare che dice sì” di Carmagnola

282

Martedì 24 settembre, dalle 18 alle 20 al Bar della Vigna di Carmagnola, apre ufficialmente il punto cittadino de “L’alveare che dice sì”.

Alveare che dice sì
Martedì 24 settembre, dalle 18 alle 20 al Bar della Vigna di Carmagnola (via San Francesco di Sales 188), inaugura ufficialmente il punto cittadino de “L’alveare che dice sì”.
Combinare tecnologia e agricoltura sostenibile per accorciare la filiera, permettendo a chiunque di fare la spesa direttamente dai piccoli produttori del territorio -descrivono i promotori- L’Alveare che dice Sì! è il progetto che sta diffondendo in Italia un modello di acquisto locale e sostenibile: tramite la piattaforma online, i piccoli produttori del territorio e i consumatori si uniscono per sostenere il consumo di prodotti freschi, genuini e a chilometro zero“.

La rete degli Alveari -progetto nato in Francia nel 2011 e sviluppatosi rapidamente a Torino e Milano- ha già conquistato più di 120.000 consumatori in tutta Italia. Si tratta di una piattaforma online che permette una distribuzione più efficiente dei prodotti locali, per dar vita a un modello di impresa sociale: favorisce infatti gli scambi diretti fra agricoltori locali e comunità di consumatori, che possono vendere online e ritrovarsi una volta alla settimana in mercati temporanei a Km0, conosciuti come Alveari.
Ad oggi sono più di 160 gli Alveari presenti in Italia e 2.000 i produttori che li riforniscono.

Il 50° Alveare piemontese che nascerà a Carmagnola sarà ospitato dal Bar della Vigna, in via San Francesco di Sales 188. Qui Samantha Campia, gestrice dell’Alveare, ospiterà i produttori locali ogni martedì dalle 18 alle 19 per la distribuzione della spesa. “I produttori associati sono stati selezionati nel pieno rispetto del chilometro zero: distano infatti in media 22 km dall’Alveare“, spiega.

Già tredici piccoli produttori locali si sono iscritti all’Alveare, proponendo un’offerta di prodotti molto varia: frutta, verdura, carne bovina, di pollo e coniglio, formaggi e uova ma anche pane casereccio, succhi di frutta, conserve e vino.

Martedì 24 settembre a partire dalle 18:00, gestori e produttori dell’Alveare nascente si presenteranno con una piccola degustazione inaugurale aperta a tutti, iscritti e non.
È possibile iscriversi gratuitamente all’Alveare di Carmagnola tramite questo link:
https://thefoodassembly.com/it/assemblies/11850

Come funziona L’Alveare che dice Sì? “I produttori locali si iscrivono al portale e si uniscono in un “Alveare”, mettendo in vendita online i loro prodotti. I consumatori che si registrano sul sito posso acquistare ciò che desiderano presso l’Alveare più vicino casa, scegliendo direttamente sulla piattaforma, senza abbonamenti o minimi d’ordine. Il ritiro dei prodotti avviene settimanalmente nel giorno della distribuzione organizzata dal gestore dell’Alveare, cioè colui che ha preso l’impegno di tenere il contatto con gli agricoltori e che si occupa di pianificare eventi, aperitivi e visite guidate nelle aziende dei produttori per creare un vero network di relazione e conoscenza diretta. L’incontro tra agricoltori e consumatori può avvenire in luoghi diversi ma lo spirito però è sempre lo stesso: permettere ai produttori di vendere direttamente e in modo facile e dare ai consumatori accesso ad alimenti freschi, locali e di qualità, rivalutando il cibo e il suo ruolo nella promozione di uno stile di vita sano“.

Per ulteriori informazioni, contattare la gestrice Samantha Campia al 335-5615356, scrivere a alveare.carmagnola@gmail.com o visitare la pagina Facebook.