I Marinai di Carmagnola festeggiano Santa Barbara

46

Giornata di festa domenica 2 dicembre, con ritrovo al museo civico navale, per poi andare all’Elios dove ci sarà uno spettacolo a cura dell’Associazione Marinai.

 

Sax Mania SaxMania Anmi Carmagnola CasaleSaranno festeggiati domenica 2 dicembre i Marinai a Carmagnola, forti di quella tradizione che ha come baluardo il Museo Civico Navale, pregno di storia con tante testimonianze di quello che è il mondo marinaresco a tutto tondo, compreso quello sommerso.

L’appuntamento in onore di Santa Barbara, aperto a tutti, è alle 10 in piazza Mazzini 1, a fianco del museo navale per l’alza-bandiera.
A seguire vi sarà la deposizione della corona al monumento dei caduti, con la recita della Preghiera del Marinaio e il saluto del presidente della sezione “G. Dominici” dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, Giuseppe Di Giugno.

Alle 11, presso il cinema teatro Elios -tra musica, leggerezza e imprevedibili sorprese- ci sarà uno spettacolo realizzato dai Marinai di Carmagnola, che si alterneranno sul palco per raccontare in maniera diversa che cosa ha fatto e che cosa farà quest’Associazione, fiore all’occhiello della città.

Verrebbe da chiedersi se ci sia mai stato il mare negli ultimi secoli a Carmagnola, oppure che relazione ci sia tra una terra grossomodo al centro del Piemonte e il mare?
Quello che unisce la tradizione navale a Carmagnola -oltre l’importanza delle risorse umane che il Piemonte ha fornito alla Marina di Casa Savoia con valenti ufficiali- è la rilevanza dell’industria della canapa che veniva lavorata sul territorio prima dell’avvento delle fibre sintetiche, che serviva sia per i cordami che per le vele destinata alle navi, dismessa da non molti anni.

La data si fa coincidere con la patrona della Marina Militare, Santa Barbara, che per i marinai venne confermata da Pio XII il 4 dicembre del 1951, e fu scelta perché simboleggia la serenità del sacrificio di fronte a un pericolo inevitabile.