Nuovi progetti con Mondo in Cammino

307

Con l’arrivo dell’estate, l’Associazione “Mondo in Cammino” di Carmagnola propone molte novità e attività sul tema della solidarietà e del nucleare.

A fine luglio uscirà il libro “Beslan, nessun indagato”, per celebrare sia il decennale dalla drammatica strage avvenuta nella scuola russa che il decennale dalla nascita dell’Associazione: il volume, edito dalla Carlo Spera Editore, rappresenta una testimonianza drammatica, inedita ed esclusiva a livello internazionale riportata da Ella Kesaeva, presidente di “La voce di Beslan” e parente di alcune delle vittime.

Sempre durante il periodo estivo  sarà presentato il primo film prodotto dall’Associazione, dal titolo “Behind the Urals – The night mare before the Chernobyl”. Girato da Alessandro Tesei, parla della missione di alcuni volontari di “Mondo in Cammino” nella regione russa di Chelyabinsk, dove tra gli anni Cinquanta e Sessanta avvenne un incidente nucleare venti volte superiore a quello di Chernobyl. La pellicola è stata selezionata al Festival internazionale di Berlino “Uranium Film Festival” a settembre e verrà trasmessa in Canada.

Nel corso dell’estate proseguiranno anche le attività di sostegno alla mensa dei poveri dei frati francescani di via Sant’Antonio da Padova, a Torino. Ad essi saranno devoluti anche i mille euro raccolti con il concerto “Vogliamo suonarvele” del 16 maggio scorso.

Dubovy

Parallelamente, saranno portati avanti i progetti che riguardano il finanziamento del doposcuola nella cittadina bielorussa di Dubovy Log, la più contaminata dal disastro nucleare di Chernobyl, ed i preparativi per due missioni autunnali sempre in Bielorussia  per gestire, oltre al doposcuola, anche la nascita del progetto “La pace svelta”, dedicato alla riconciliazione interetnica e interreligiosa tra i giovani del luogo. Già a luglio altri volontari andranno aiutare le vittime di Chernobyl che, a causa dell’economia di guerra vigente, non ricevono più la precedente assistenza sanitaria e sociale.

L’ultimo progetto estivo, al via già da inizio luglio, riguarda la partenza della fase operativa del Comitato scientifico-umanistico di Mondo in Cammino, formato da esperti e scienziati: si occuperà dello studio della legislazione europea per redigere proposte di correttivi alle normative sui limiti riguardanti la presenza di radionuclidi negli alimenti.

Per prendere parte alle iniziative o avere altre informazioni visitare www.mondoincammino.org.

Sara Martini