Nasce la Polizia Metropolitana, a tutela dell’ambiente

192

Approvata all’unanimità l’istituzione del Corpo di polizia locale metropolitana, che si occuperà di vigilare su temi legati alle tematiche di salvaguardia dell’ambiente.

Polizia locale metropolitana tutela ambienteLa Città Metropolitana di Torino istituirà un proprio Corpo di Polizia locale, con funzioni innanzitutto di tutela dell’ambiente.

Il Regolamento che disciplinerà l’attività del nuovo organismo è stato approvato all’unanimità dal Consiglio metropolitano, dopo un ampio in aula. “Si tratta dell’espressione della volontà politica e istituzionale di confermare e valorizzare, potenziandola, la funzione del personale di vigilanza e controllo della Città metropolitana di Torino nelle materie attribuitele dalla legislazione nazionale -sottolineano il vicesindaco metropolitano Marco Marocco e la consigliera Barbara Azzarà, delegata all’ambiente, alla tutela della fauna e della flora, ai parchi, alle aree protette e alla vigilanza ambientale– È intenzione dell’amministrazione far partire quanto prima la procedura per l’attribuzione dell’incarico di comandante del Corpo”.

Il Corpo di Polizia Locale Metropolitana svolgerà attività di educazione, prevenzione, contrasto e repressione dei comportamenti previsti e puniti da leggi, regolamenti e disposizioni riguardanti la tutela e la valorizzazione dell’ambiente, attività ispettiva e di vigilanza sulla qualità dell’aria e delle acque, sui rifiuti, sull’energia, le aree protette e i siti Rete Natura 2000, sugli incendi boschivi, le cave e le attività estrattive, gli animali da affezione, il trasporto privato sulla viabilità metropolitana, il rispetto delle disposizioni in materia di circolazione stradale, tutela e gestione della fauna, educazione, prevenzione, contrasto e repressione delle violazioni relative alle discipline regolanti le funzioni delegate dalla Regione Piemonte in materia di caccia e pesca, attività e controlli inerenti la fauna selvatica, raccolta dei funghi epigei e ipogei, raccolta dei minerali, assetto forestale, patrimonio escursionistico e sicurezza degli sport montani, polizia idraulica, frodi in ambito vinicolo e rilascio dei certificati di iscrizione all’anagrafe vitivinicola.