Regione Piemonte, riaperte le graduatorie per il “Buono Domiciliarità”

213

La Regione Piemonte ha recentemente comunicato lo scorrimento della graduatoria relativa al bando “Buono Domiciliarità”, che offre contributi per assistenza domiciliare alle persone non autosufficienti e alle loro famiglie.

Buono Domiciliarità
Questo invito a presentare istanza rappresenta una grande opportunità per coloro che necessitano di assistenza domiciliare ma che, in precedenza, non sono riusciti a ottenere il finanziamento

La Regione Piemonte ha recentemente annunciato lo scorrimento della graduatoria per il “Buono domiciliarità”, che assegna contributi economici in forma di buoni a sostegno delle spese per l’assistenza domiciliare di persone non autosufficienti: le domande già presentate entro i termini e non finanziate per iniziale carenza di risorse possono essere soddisfatte mediante la conferma e l’integrazione dei requisiti di ammissione, accedendo tramite SPID/CIE a questo sito, entro il 5 luglio. Sulla piattaforma sarà possibile confermare i dati contenuti nella domanda precedentemente inviata oppure modificarli.

Il “Buono Domiciliarità” è destinato a persone di età superiore a 65 anni o con disabilità, in condizione di particolare vulnerabilità economica e sociale. L’obiettivo di questa misura è favorire la permanenza di queste persone al proprio domicilio, fornendo un sostegno economico per coprire parzialmente le spese sostenute per l’assistenza domiciliare. Il contributo mensile è fissato a 600 euro.

Per ulteriori informazioni sul bando e su come presentare la domanda si consiglia di visitare il sito ufficiale della Regione Piemonte.

Piemonte, firmato un accordo tra Regione e medici di base per migliorare la copertura assistenziale