Santena colpita da una pesante grandinata: richiesto lo stato di calamità

347

Il comune di Santena ha richiesto lo stato di calamità in seguito alla forte grandinata di giovedì 6 giugno.

La grandine che ha colpito Santena e i comuni limitrofi ha danneggiato l’80% del raccolto

La forte grandinata che giovedì scorso ha colpito il territorio del comune di Santena ha compromesso i raccolti, danneggiando gravemente l’agricoltura e anche la città: per questo motivo, il comune ha richiesto lo stato di calamità.

Il sindaco di Santena e presidente del Distretto del Cibo Chierese e Carmagnolese Roberto Ghio commenta: “È importante agire in queste situazioni con prontezza per evitare disagi. L’agricoltura è uno dei motori della nostra economia ed è fondamentale tutelarla. Voglio rassicurare gli agricoltori dicendo loro che ci stiamo muovendo con velocità. Martedì mattina accompagnerò personalmente il funzionario regionale a controllare i danni causati”.

Una forte grandinata ha fatto danni ai campi tra Santena, Poirino e Pralormo

I chicchi di grandine, che “hanno raggiunto le dimensioni delle palline da ping-pong” – come dichiara Coldiretti- hanno colpito Santena, ma anche in città vicine come Poirino i danni sono stati intensi e significativi: le coltivazioni delle due città sono a rischio, con un impatto importante anche sui rincari per i cittadini.

Il sindaco conclude: “Voglio ringraziare il presidente Cirio e l’assessore Protopapa per la velocità di azione. È importante che ai coltivatori e alle aziende agricole vengano riconosciuti i danni e che siano risarciti nella giusta maniera”.

La parrocchia di Villastellone dà il benvenuto a don Antonio