Nuovo libro del racconigese Danilo Giordana dedicato al Milite Ignoto

459

É uscito il nuovo libro dello scrittore racconigese Danilo Giordana “Qualcuno che sia nessuno”, sulle vicende che portarono alla scelta del Milite Ignoto.

Danilo Giordana Libro
Lo scrittore racconigese Danilo Giordana con il suo nuovo libro “Qualcuno che sia nessuno”

Qualcuno che sia nessuno” è il nuovo libro dello scrittore racconigese Danilo Giordana, che racconta, in modo romanzato, le vicende che portarono alla scelta del Milite Ignoto. Il romanzo verrà presentato martedì 25 gennaio 2022, alle ore 20:45, nel salone della Soms di via Carlo Costa.

In Italia fu nell’agosto 1921 che si decise di istituire la tomba al Milite Ignoto –racconta Giordana- Venne creata una Commissione che aveva l’obiettivo di trovare un corpo di cui non si conoscesse il nome, ma neppure l’appartenenza a un particolare corpo militare. Il libro racconta la storia di due personaggi, di fantasia, che collaborarono a questa ricerca, dopo aver combattuto loro stessi durante la guerra“.

Il disegno di un filo spinato, che avvolge tutta la copertina del libro, è stato realizzato dalla figlia dello scrittore, Valentina Giordano

Tutti i personaggi che vengono mostrati nel libro, tranne uno, sono anch’essi ignoti, infatti vengono definiti solamente tramite il loro ruolo. Il romanzo è ambientato nel 1921, ma contiene numerosi flashback che raccontano la guerra dal punto di vista dei protagonisti.

L’ispirazione per questo nuovo libro è nata da due viaggi che ho fatto: il primo in Friuli, al sacrario militare di Redipuglia, un luogo maestoso dove sono sepolti numerosi caduti della prima guerra mondiale, compreso il Duca d’Aosta, comandante della Terza Armata e cugino del re –continua Giordana- Il secondo viaggio è stato invece ad Aquileia, dove è stato scelto il corpo che sarebbe poi stato trasferito all’Altare della Patria”.

Conclude lo scrittore: “Il messaggio che tramite questo libro voglio far passare è che la guerra è una cosa terribile. Mi piacerebbe poi che, dalla lettura, le persone fossero spinte ad approfondire questa pagina della nostra Storia, spesso poco conosciuta”.

Villastellone dà la cittadinanza onoraria al milite ignoto