Contributi per trasporto e smaltimento amianto: riaperti i termini

34

C’è tempo fino al 15 gennaio per presentare domanda in Comune: il contributo per raccolta, trasporto e smaltimento manufatti contenenti amianto sarà erogato a privati, fino a esaurimento fondi.

 

bonifica amianto eternitSono riaperti i termini per la presentazione delle domande di ammissione al contributo regionale a favore di raccolta, trasporto e smaltimento manufatti contenenti amianto da edifici civili di proprietà privata.

Il servizio sarà possibile fino all’esaurimento dei fondi ancora disponibili.
Sono escluse le unità immobiliari che hanno già usufruito del servizio.

Gli interessati devono presentare domanda entro il 15 gennaio 2019, mediante l’apposita scheda scaricabile dal sito internet del Comune -sezione Avvisi o Ufficio Ambiente- o che può essere ritirata presso l’Ufficio stesso.

I lavori di rimozione e di messa in sicurezza per il conseguente prelievo da parte della ditta incaricata dal Comune dovranno avvenire improrogabilmente entro il prossimo 15 marzo.

Sono ammessi i seguenti oggetti in cemento-amianto, in piccole quantità: lastre piane, ondulate e/o romane, pannelli, canne fumarie o altre tubazioni, piccole cisterne o vasche, vasi e altri manufatti, in quantitativi che non superino i 40 metri quadri o i 450 chilogrammi. La quota eccedente resta a carico del privato.
Non sono ammessi, invece, i rifiuti abbandonati contenenti cemento-amianto.

Il servizio effettuato a cura e spese del Comune riguarderà esclusivamente i manufatti già rimossi in proprio e messi in sicurezza, provenienti da edifici di proprietà privata a seguito di operazioni di bonifica effettuate a cura del privato, nel rispetto della normativa vigentespecificano dagli uffici comunaliA tal fine si raccomanda di verificare anche presso lo Sportello unico per l’edilizia comunale se l’intervento richiede titoli edilizi abilitativi“.

Dall’Ufficio Ambiente specificano inoltre che rimangono a carico del privato le spese di rimozione (es. le spese per eventuali kit di autorimozione o presentazione Piani di lavoro ai sensi del D. Lgs. 81/2008).

Per maggiori informazioni, chiamare il numero 011-9724258 o 260.