Variante Est: verso il superamento degli ostacoli burocratici?

350

Missione a Roma del sindaco Ivana Gaveglio per sbloccare lo stallo in cui era finito il progetto per la realizzazione della Variante Est.

ministero trasporti roma variante est

Una missione a Roma del sindaco di Carmagnola, Ivana Gaveglio, ha smosso la situazione di stallo burocratico in cui era finito da oltre un mese il progetto per la realizzazione della Variante Est.

A inizio aprile, infatti, il Ministero delle Infrastrutture aveva inviato una nota dichiarando che -a causa di “ragioni tecniche”- non era possibile procedere alla sottoscrizione della convenzione per rendere operativo il progetto.

Il sindaco Gaveglio si è recata a Roma nei giorni scorsi -con il supporto politico dell’on. Osvaldo Napoli- per incontrare il responsabile della Direzione convenzioni autostradali.
C’era in effetti una dicitura nel testo della convenzione che, burocraticamente, non risultava corretta, in quanto non indicava correttamente i ruoli di Ministero e concessionario autostradale all’interno dell’operazione per realizzare la Variante -spiega- Questo era bastato per bloccare l’intera procedura. Fortunatamente, al termine del colloquio, ho però ricevuto rassicurazioni che, entro inizio giugno, la frase verrà riformulata e l’iter potrà ripartire“.

L’augurio del sindaco è che, una volta superato l’intoppo burocratico, possano essere rispettati i tempi previsti, con apertura del cantiere già entro il 2020 e inaugurazione nel 2021.
Il finanziamento dell’opera -dal costo totale di 8,5 milioni di euro- è a carico dell’Autostrada dei Fiori e della Regione Piemonte.