A Racconigi il Festival del Rumore, sul tema della salute mentale

128

Nell’ambito del Festival del Rumore, sul tema della salute mentale, alla Soms di Racconigi si terrà la presentazione del libro “Noi, voci invisibili” di Elisa Schininà.

Racconigi festival rumore
La copertina del libro “Noi, Voci Invisibili” di Elisa Schininà

Domenica 9 ottobre, alle ore 17:30, la Soms di Racconigi ospiterà la presentazione del libro “Noi, voci invisibili” di Elisa Schininà, giovane scrittrice scomparsa lo scorso anno dopo aver a lungo lottato per normalizzare la considerazione sociale verso le malattie mentali. All’incontro parteciperanno: la dottoressa Mara Barcella, psichiatra, l’editor del libro, Federica Bassignana e Antonia Bassignana, madre di Elisa. A moderare sarà Livio Partiti.

L’evento è organizzato dall’associazione La Voce di Elisa ODV, in collaborazione con Progetto Cantoregi, nell’ambito del Festival del Rumore, che ha l’obiettivo di informare sulle tematiche della prevenzione e della salute mentale, perché non restino un problema invisibile e inascoltato, creando sul territorio spazi di ascolto.

A Racconigi il finissage della mostra personale di Giancarlo Giordano

Il festival prevede numerosi eventi gratuiti a Racconigi, Savigliano, Saluzzo e Fossano, in modo da creare una sinergia tra città limitrofe, a favore della prevenzione del disagio psicologico e delle patologie psichiatriche nei giovani e meno giovani.

“Profonde sono le radici che legano la città di Racconigi al mondo della salute mentale -commenta il sindaco Valerio OderdaCome amministrazione riteniamo prioritaria la sensibilizzazione e la creazione di cultura su un tema così delicato ed aderire a un progetto come il “Festival del Rumore” ci è sembrato naturale. Siamo sicuri che la nostra città saprà rispondere in modo significativo alla voce ed alle parole di Elisa e di tutti coloro che, come ha fatto lei, si impegnano per creare spazi di ascolto, intervento, condivisione e immaginazione“.

A Racconigi la mostra “Banditen – Frammenti di storia partigiana”