A Racconigi la mostra “Alfredo Billetto. Un inconscio dissolto”

127

Sabato 21 gennaio alla pinacoteca Levis Sismonda di Racconigi verrà inaugurata la mostra “Alfredo Billetto. Un inconscio dissolto”.

Racconigi mostra Alfredo Billetto
L’esposizione è dedicata al noto artista torinese Alfredo Billetto

Nella giornata di sabato 21 gennaio, alle ore 16, verrà inaugurata alla pinacoteca Levis Sismonda di Racconigi la mostraAlfredo Billetto. Un inconscio dissolto“, un’importante rassegna dedicata al noto artista torinese Alfredo Billetto (27 aprile 1932- 9 dicembre 2022) e ad alcuni dei maestri, suoi amici e colleghi, con i quali condivise le esperienze espressive dell’ambiente culturale del Novecento torinese.

L’esposizione, promossa dalla città di Racconigi, è organizzata dall’Associazione culturale Carlo Sismonda APS, insieme alle volontarie e ai volontari della Pinacoteca civica Levis Sismonda, e vanta il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e del Comune di Racconigi.

Racconigi, gli appuntamenti del 2023 con “Il Trovarobe”

Curata da Giuseppe Biasutti, con la direzione artistica di Anna Cavallera e la consulenza di Simone Billetto, figlio dell’artista, la mostra è stata resa possibile grazie alla collaborazione della Fondazione Ruggeri, dell’Archivio Billetto, dell’Archivio Tabusso e dell’Archivio Casorati, oltre che dei collezionisti che hanno messo a disposizione le loro opere più significative.

“La rassegna intende omaggiare i settant’anni di attività espressiva dell’artista recentemente scomparso, ripercorrendo in maniera antologica la sua lunga carriera espositiva attraverso una trentina di dipinti –spiegano gli organizzatori- Accanto a questo nucleo di opere pittoriche e plastiche si potrà ammirare un’importante selezione di lavori grafici, pittorici e scultorei, appartenenti ad artisti esponenti della cultura piemontese, nazionale ed internazionale, tra i quali spiccano Federico Antonio (Fred) Carasso (Carignano 1899- Amsterdam 1969), Francesco Casorati (Torino 1934- 2013), Mario Giansone (Torino 1915- 1997), Cesare Maggi (Roma 1881- Torino 1961), Umberto Mastroianni (Fontana Liri 1910- Marino Laziale 1998), quindi Piero Ruggeri (Torino 1930- Avigliana 2009), Luigi Spazzapan (Gradisca d’Isonzo, 18 aprile 1889- Torino, 18 febbraio 1958), Giacomo Soffiantino (Torino 1929- 2013) e Francesco Tabusso (Sesto San Giovanni 1930- Torino 2012)”.

Racconigi, domenica il finissage della mostra “Emersioni trascendenti”