A Racconigi una serata dedicata a “Il ritorno del lupo in collina e pianura”

182

Venerdì 15 marzo a Racconigi è in programma l’incontro “Il ritorno del lupo in collina e pianura Conoscere per coesistere” con Mauro Fissore, Arianna Menzano ed Enrico Mariano. Appuntamento alle ore 21, alla Soms di via Carlo Costa. 

A Racconigi una serata per conoscere il lupo

Venerdì 15 marzo, alle ore 21, alla Soms di via Carlo Costa a Racconigi è in programma una serata dal titolo “Il ritorno del lupo in collina e pianura, Conoscere per coesistere”.

L’incontro è dedicato al ritorno naturale del lupo nei territori collinari e di pianura del cuneese: dai cenni di ecologia e biologia della specie, agli avvistamenti nei pressi del centri abitati, per poi approfondire il tema della prevenzione dei danni alla zootecnica, al fine di lavorare a una concreta coesistenza con le attività umane.

Racconigi firma una convenzione per la Polizia Locale con Nichelino

Protagonisti della serata saranno Mauro Fissore, Responsabile servizio di vigilanza guardiaparco Aree Protette Alpi Marittime e la dottoressa Arianna Menzano, veterinaria LIFE WolfAlps Eu – Centro grandi carnivori Aree Protette Alpi Marittime, modererà l’incontro il consigliere con delega all’ambiente del Comune di Racconigi Enrico Mariano.

L’evento, a ingresso libero e gratuito, è organizzato in collaborazione con il progetto LIFE WolfAlps Eu, che ha lo scopo di migliorare la coesistenza lupo-uomo nelle Alpi, attraverso il sostegno alle parti interessate, la lotta al bracconaggio, la gestione delle problematiche legate al lupo e la comunicazione scientifica.

“Negli ultimi anni gli animali selvatici, perdendo man mano il proprio territorio, hanno iniziato a raggiungere i luoghi abitati per sopravvivere – commenta il consigliere MarianoÉ importante comprendere quali siano le regole di una possibile convivenza tra uomo e lupo, imparando a conoscere l’ambiente in cui viviamo, inclusi gli animali che lo abitano”.

Torna a Racconigi il progetto “passapORTO.bio” di Solare Collettivo onlus