Ad aprile il nuovo volto del foro boario

288

Entro fine aprile 2016 sarà completato il restyling del foro boario di piazza Italia, che prevede la realizzazione del Centro Servizi per l’Agricoltura e una rinnovata area fieristica. Queste, almeno, le attuali previsioni da parte dell’Amministrazione comunale, che in estate ha aggiudicato ufficialmente l’appalto per la realizzazione dei lavori alla ditta Gandelli Legnami srl di Borgaro Torinese.

«Nel mese di settembre il progetto esecutivo del polo fieristico e centro servizi sarà illustrato e condiviso con gli operatori del mercato bestiame, le Associazioni di categoria e le parti interessate –spiegano dalla Giunta Testa- Per inizio ottobre prevediamo l’avvio del cantiere, che contiamo di chiudere (esclusi i collaudi, ndr) entro la primavera del prossimo anno, riducendo così anche al minimo i tempi necessari per i lavori e i conseguenti disagi per le realtà agricole operanti al foro boario». Se tutto procederà come da programmi, quindi, l’intervento dovrebbe risolversi in poco più di sei mesi, contro l’anno abbondante di chiusura paventato da molti.

Le nuove costruzioni di piazza Italia –circa mille metri quadri calpestabili in totale- saranno prevalentemente in legno, con strutture in acciaio, illuminazione il più possibile naturale e basso impatto energetico.

I nuovi spazi, nelle intenzioni dell’Amministrazione Testa, serviranno non solo per attività legate all’agricoltura, ma diventeranno a tutti gli effetti a servizio della città, anche in considerazione della posizione molto centrale. All’interno dei lavori è prevista la bonifica dell’amianto oggi presente sulle coperture dell’attuale mercato bestiame, nonché la realizzazione di opere stradali, parcheggi e verde pubblico.

Il costo complessivo dei lavori ammonta a circa 2,2 milioni di euro, di cui 1,3 milioni per il Centro Servizi e 900 mila euro per la nuova area fieristica; la somma è quasi del tutto coperta da finanziamenti regionali e statali.

Francesco Rasero