“Adotta un Poof”, inaugurato il progetto di Angeli di Ninfa per le scuole

618

Ha preso il via il progetto “Adotta un Poof” per l’inclusione nelle scuole dell’infanzia e primarie, promosso dai ragazzi speciali dell’Associazione Angeli di Ninfa di Carmagnola.

adotta un poof angeli di ninfa carmagnola
Il primo “Poof” adottato in una scuola di Sanfrè

“Adotta un Poof” è il nome del nuovo progetto di inclusione sociale ideato dai ragazzi e dagli educatori dell’Associazione carmagnolese “Angeli di Ninfa”, rivolto sia ai bambini delle scuole dell’infanzia sia a quelli delle scuole primarie di tutti gli istituti dell’area torinese e cuneese.

A ogni Istituto scolastico verrà assegnato un “amico particolare” in cartonato azzurro, molto simile per la sua immagine ai puffi, protagonisti di un noto cartone televisivo degli anni Novanta.

Ad accompagnare il personaggio di Poof nel suo ingresso scolastico sarà una fiaba scritta dai ragazzi speciali di Angeli di Ninfa, che sono anche gli artefici della costruzione del cartonato.

I ragazzi speciali di Angeli di Ninfa restaurano bambole per i bimbi in Ucraina

I bambini delle scuole saranno chiamati ad accogliere con entusiasmo e rispetto il nuovo amico, che verrà presentato agli allievi ruotando nelle diverse classi, facendosi conoscere da ciascuna di esse.

Ogni classe dovrà attribuire un proprio nome sia al Poof sia al suo villaggio e, una volta ospitato, i bambini delle scuole elementari dovranno comporre una storia su di lui; i più piccoli dovranno invece raccontarlo attraverso il disegno.

Tutto è previsto secondo un’ottica di condivisione ed aiuto reciproco tra i bambini, proprio come avviene nel villaggio popolato dai puffi.

Successo per la cena solidale a favore di Angeli di Ninfa

«I bambini potranno avvicinarsi e conoscere il rispetto e l’importanza della diversità, rappresentata da Poof con la sua presenza», dichiara la presidente dell’Associazione, Antonella Cavallini, aggiungendo inoltre che tutte le fiabe scritte dalle varie classi saranno poi raccolte in uno o più libri.

Ad ogni scuola che accoglie il progetto verrà donata una pergamena a riconoscimento della sua adesione. Ad oggi il primo Poof è stato presentato nelle scuole di Sanfrè ma sono già in preparazione, e previsti nel breve periodo, altri Poof da presentare in altri istituti del territorio.

Giorgia Becchis

Angels Basket: i ragazzi speciali di Angeli di Ninfa volano a canestro