Al San Lorenzo nasce il Polo ambulatoriale di Medicina

1356

Nuovo look per gli ambulatori di Medicina, che accolgono ora tutte le attività ambulatoriali. Nei prossimi mesi in programma lavori alla lungodegenza, alla riabilitazione funzionale e alle postazioni di terapia sub-intensiva.

Ambulatori medicina ospedale Carmagnola San LorenzoSono terminati i lavori di ristrutturazione, allestimento e trasferimento della manica A del secondo piano del padiglione storico dell’ospedale San Lorenzo di Carmagnola.
Nasce, in questo modo, un Polo ambulatoriale di area medica, adiacente al reparto di Medicina interna, che accoglie tutte le attività ambulatoriali di Diabetologia, Endocrinologia e, soprattutto, la Specialistica ambulatoriale propria dell’area medica.

Il Polo ambulatoriale comprende attualmente l’ambulatorio di Medicina interna, dedicato al follow up dei pazienti dimessi dai reparti ospedalieri (ma la cui prospettiva è la progressiva apertura all’accesso esterno), oltre agli ambulatori di Cardiologia, Reumatologia e Pneumologia.
Vengono inoltre erogate in tale sede prestazioni strumentali quali Holter ECG h24, monitoraggio della pressione ed ECG per pazienti esterni; spirometrie e test da sforzo (su sola indicazione specialistica).

La ristrutturazione ha consentito inoltre di avviare in tale sede l’attività di Day Hospital internistico, dove, su invio del medico curante all’ambulatorio specialistico, i pazienti possono essere sottoposti a cicli di terapie e/o procedure “ecoguidate” quali paracentesi, toracentesi, posizionamento di accessi vascolari e infiltrazioni di competenza reumatologica o fisioterapica riducendo ospedalizzazioni inutili.

Commenta Orietta Franza, direttore della struttura di medicina interna: “L’adeguamento strutturale e organizzativo rappresenta il rafforzamento di un percorso che risponde sempre più alla domanda di salute della popolazione di riferimento, facilitando l’accesso a prestazioni specialistiche e trattamenti ambulatoriali così da realizzare una reale continuità tra ospedale e territorio in collaborazione con i medici di medicina generale”.

Gli altri interventi programmati nell’immediato futuro prevedono i lavori per l’adeguamento dei laboratori analisi, il completamento del condizionamento della medicina manica B e del terzo piano (lungo degenza, riabilitazione funzionale di secondo livello) e la ristrutturazione delle postazioni di terapia sub-intensiva.
La manica C, invece, è già stata condizionata e ristrutturata nella scorsa primavera.

Si tratta di un ulteriore significativo tassello del programma di ammodernamento e di potenziamento del San Lorenzo avviato tre anni fa, che ha consentito di riqualificare l’ospedale incrementandone volumi di attività e tipologie dei servizi erogati“, ha commentato il direttore generale dell’Asl TO5, Massimo Uberti.