Anche Casalgrasso sostiene la petizione Coldiretti contro il cibo sintetico

419

Il Comune di Casalgrasso ha aderito alla petizione promossa da Coldiretti contro la diffusione del cibo sintetico.

Casalgrasso Coldiretti cibo sintetico
La locandina della petizione promossa da Coldiretti contro il cibo sintetico

Come tanti altri Comuni del territorio, anche Casalgrasso, nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, ha aderito alla petizione di Coldiretti contro il cibo sintetico.

Gli obiettivi dell’iniziativa sono: evidenziare i rischi della diffusione del cibo artificiale, proteggere le specificità territoriali locali e garantire la salvaguardia dei diritti fondamentali alla salute e alla corretta alimentazione, anche attuando misure di tutela a livello statale. La delibera del Consiglio comunale verrà trasmessa al Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste.

La Protezione Civile di Casalgrasso racconta le attività del 2022

Il cibo sintetico non salvaguarda l’ambiente perché comporta un maggiore consumo di acqua ed energia rispetto agli allevamenti tradizionali e soprattutto è meno efficiente di quelli oggi più performanti; inoltre limita la libertà dei consumatori e omologa le scelte sul cibo -spiegano da Coldiretti- Non c’è garanzia che i prodotti chimici usati per produrre il cibo sintetico siano sicuri per il consumo alimentare e l’esperienza maturata è ancora troppo limitata per giungere a conclusioni differenti“.

Concludono da Coldiretti: “Gli impatti omologanti di un modello produttivo distante dalle
specificità territoriali locali può cancellare le produzioni tipiche, distintive e tradizionali connesse alla varietà della biodiversità locale“.

La Fidas di Casalgrasso cerca nuovi donatori