Anche Racconigi sostiene la raccolta del Sermig a favore dell’Ucraina

641

Sabato 12 marzo a Racconigi verranno raccolti beni alimentari e di prima necessità a favore della popolazione ucraina. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Sermig.

Racconigi Ucraina
L’Amministrazione racconigese invita i cittadini a partecipare alla raccolta di beni di prima necessità a favore della popolazione ucraina

Sabato 12 marzo, dalle ore 15 alle ore 18, in piazza Carlo Alberto a Racconigi, è stata organizzata una raccolta di beni alimentari e di prima necessità a favore della popolazione Ucraina. I prodotti raccolti saranno consegnati al Sermig di Torino e inviati a Baia Mare, in Romania, per sostenere i primi profughi ucraini in arrivo nei loro territori.

Le tipologie di beni raccolti sono le seguenti:

  • Cibo a lunga conservazione: pasta, riso, orzo, polenta, zucchero, scatolame vario (legumi, tonno, carne in scatola, mais), salsa di pomodoro in latta, merendine e biscotti, marmellata e cioccolata, cibo per la prima infanzia;
  • Materiale per l’igiene personale: saponette, guanti in lattice, detersivi per l’igiene della casa, pannolini per neonati, assorbenti.

Sarà anche possibile fare donazioni in denaro alle coordinate presenti sulla locandina dell’evento.

Mondo in Cammino: aggiornamenti e raccolta fondi per l’Ucraina

Sempre il 12 marzo, alle ore 16:30, è prevista una breve testimonianza di alcuni cittadini racconigesi di origini ucraine che condivideranno la storia delle loro famiglie.

Nel Comune è anche in fase di predisposizione, sulla scia di quanto richiesto dalla Regione Piemonte, un censimento locale delle abitazioni e delle famiglie disponibili per accogliere l’eventuale arrivo di persone dall’Ucraina. Saranno indicate nei prossimi giorni le modalità di raccolta delle disponibilità e le informazioni per poter contribuire.

Commentano dall’Amministrazione:L’Europa sta assistendo in questi giorni alla più grave crisi della storia recente; gli avvenimenti in campo internazionale tra Russia e Ucraina hanno reso reale lo spetto di un conflitto armato che già nei suoi primi giorni sta lasciando dietro sé morte e dolore. Un pensiero deve andare al popolo ucraino e alle moltissime famiglie costrette a lasciare il loro paese, teatro di bombardamenti”. 

Il Cat Cafe di Leopoli rimane aperto durante il conflitto in Ucraina

E concludono: “Consapevoli che nulla incida sullo scacchiere internazionale ciò che un piccolo paese come il nostro decida di fare per ripudiare ogni forma di guerra, è importante sensibilizzare tutti, piccoli e grandi, a non rimanere indifferenti di fronte a queste pagine nere della storia europea, a riflettere e a prendere una ferma posizione”.

Coloro che desiderano avere maggiori informazioni sull’iniziativa possono contattare l’Ufficio Assistenza dell’Area Servizi socio-assistenziali al numero 0172-821615.

La prima raccolta per l’Ucraina a Carmagnola si è rivelata “molto positiva”