Anche Villastellone approva il protocollo d’intesa per il Distretto del Cibo

91

Anche Villastellone ha autorizzato la costituzione del Distretto del Cibo del Chierese e del Carmagnolese e approvato il relativo protocollo d’intesa.

distretto-cibo-chierese-carmagnolese-villastellone
Anche Villastellone approva il protocollo d’intesa per il Distretto del Cibo.

Come già accaduto per diverse cittadine limitrofe, anche il Comune di Villastellone ha autorizzato la costituzione del Distretto del Cibo del Chierese e del Carmagnolese e ha provveduto ad approvare il relativo protocollo d’intesa.

La formazione di questa associazione darà maggiori opportunità di “promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari“.

A rivestire il ruolo di capofila sarà il Comune di Santena. Oltre a Villastellone, gli altri soggetti aderenti promotori dell’accordo sono: Andezeno, Arignano, Baldissero Torinese, Cambiano, Carignano, Carmagnola, Castagnole Piemonte, Chieri, Isolabella, Lombriasco, Marentino, Mombello di Torino, Pino Torinese, Moriondo Torinese, Montaldo Torinese, Osasio, Pancalieri, Pavarolo, Pecetto, Poirino, Pralormo, Riva presso Chieri e Sciolze.

Distretto del cibo Carmagnolese: via libera in Regione