Cambiano, inaugura la mostra dedicata a Vergnano e Mosso

248

L’8 maggio 2021 verrà inaugurata la mostra “Lorenzo Vergnano e Onorio Mosso – Da Cambiano alla Francia e all’Argentina. Artisti emigrati ai tempi di Giacomo Grosso”.

mostra Vergnano mosso Cambiano
La scultura in marmo “E mi cerese!” proveniente da una collezione privata e realizzata da Lorenzo Vergnano

Sabato 8 maggio 2021, nella sala consigliare del municipio di Cambiano, sarà ufficialmente inaugurata la mostraLorenzo Vergnano e Onorio Mosso – Da Cambiano alla Francia e all’Argentina. Artisti emigrati ai tempi di Giacomo Grosso”. É possibile seguire l’evento di inaugurazione in diretta streaming a questo link.

Il progetto -che è stato ideato, curato, e coordinato dall’assessora alle manifestazioni del Comune di Cambiano Daniela Miron– chiude il ciclo di eventi che hanno promosso l’identità culturale del paese attraverso gli artisti che tra Ottocento e Novecento hanno reso onore e prestigio alla comunità cambianese.

Questa serie di iniziative ha preso il via nel 2017 con la mostra “Giacomo Grosso – Una stagione tra pittura e Accademia” ed è proseguita con “Augusto Cesare Ferrari – Pittore, architetto fra Italia e Argentina”, a cura di Liliana Pittarello e in collaborazione con l’Accademia Albertina e la Fundación Augusto y León Ferrari Arte y Acervo di Buenos Aires.

Cambiano, raccolta fondi per il restauro delle opere di Vergnano e Mosso

“Lorenzo Vergnano e Onorio Mosso – Da Cambiano alla Francia e all’Argentina. Artisti emigrati ai tempi di Giacomo Grosso” ”, in programma dall’8 maggio al 10 luglio 2021, porta l’attenzione su due artisti nati a Cambiano, anch’essi allievi dell’Accademia Albertina e vissuti a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento. I due emigrarono all’estero, uno in Argentina e l’altro in Francia, sviluppando con alterne fortune la propria vocazione artistica.

La mostra presenta le sculture di Lorenzo Vergnano e i dipinti di Onorio Mosso appartenenti al patrimonio artistico del Comune di Cambiano, oltre alle opere provenienti da collezioni private, inedite e mai esposte prima.

In occasione di questo evento sono state restaurate alcune opere degli artisti: le due
tele dipinte da Onorio Mosso, un autoritratto ed il ritratto dello zio missionario Michel Angelo Mosso, e i due busti scolpiti da Lorenzo Vergnano raffiguranti Lorenzo Martini e Guglielmo Vincenzo Mosso, in esposizione permanente nella sala consiliare. Nel camposanto è stata anche restaurata la tomba “Bert Nevissano” il cui apparato scultoreo è opera di Lorenzo Vergnano.

Cambiano, si restaura la tomba opera dello scultore Lorenzo Vergnano

La presenza sul territorio di importanti sculture di arte funeraria realizzate da Lorenzo Vergnano viene portata a conoscenza dei visitatori, reali e virtuali, attraverso la visione di due video mapping che narrano, con immagini e dialoghi proiettati sulla volta della sala consiliare, la bellezza di queste opere che si possono ammirare nei cimiteri di Torino, Chieri, Alpignano e Cambiano.

“Con la mostra in programma e il suo catalogo, curato da Liliana Pittarello, si realizza un primo passo decisivo nella conoscenza della vita e delle opere di Lorenzo Vergnano e Onorio Mosso –commentano dal Comune di Cambiano- A differenza di Giacomo Grosso, la cui fama fu garanzia di testimonianze storiche e studi accurati nonché di mostre a lui dedicate, la storia di Vergnano e Mosso era ancora tutta da approfondire e l’iniziativa
cambianese ha l’obiettivo colmare tale lacuna, affidandone lo studio ed esperti specialisti”. 

L’esposizione sarà visitabile due giorni a settimana: il mercoledì dalle 17:30 alle 20:30 e il sabato dalle 15:30 alle 18:30. L’ingresso è gratuito.

Si ricorda che per visitare la mostra è necessario prenotare scrivendo all’indirizzo e-mail mostre@comune.cambiano.to.it.

Cambiano, il Comune presenta otto progetti per il Recovery Plan