Cambiano, il Comune presenta otto progetti per il Recovery Plan

678

Il Comune di Cambiano ha presentato otto progetti, per un valore totale di oltre 11 milioni di euro, da inserire nel Recovery Plan. A fine mese la decisione del Governo.

cambiano recovery plan
Tra i progetti un occhio di riguardo per la mobilità sostenibile e il turismo slow

Anche il Comune di Cambiano ha presentato le proprie proposte di progetto da inserire nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (cosiddetto Recovery Plan). Il valore complessivo dei progetti supera gli 11 milioni e mezzo di euro e le proposte presentate inglobano diversi degli ambiti indicati dal piano.

“Nel momento stesso in cui la Regione ha dato l’opportunità di presentare progetti anche non immediatamente cantierabili, a differenza di quanto inizialmente previsto, la squadra si è attivata immediatamente, studiando proposte in grado di seguire le indicazioni ricevute dalla Regione stessa, cioè progetti che potessero avere ricaduta a livello territoriale, ma anche sul PIL –spiega il sindaco di Cambiano Carlo VergnanoÈ stato un grande lavoro di squadra, a cui ciascuno ha collaborato, ma sono particolarmente orgoglioso di sottolineare che il contributo principale sia venuto proprio dai più giovani, Paolo Bartalucci e Martina Gizzi i quali, oltre a portare le proprie idee, hanno anche redatto di persona tutte le schede progettuali”.

Recovery Plan, Carmagnola presenta progetti per 29 milioni di euro

Il primo progetto è denominato “Regeneration 4 all generation” e si pone l’obiettivo di mettere a disposizione dei cittadini spazi di lavoro di tipo smart, spazi culturali e ricreativi e
spazi verdi condivisi, destinati a tutte le fascia d’età, che incentivino la coesione socioculturale e l’inclusività coinvolgendo tutta la comunità territoriale. In particolare il progetto prevede:

  • la rigenerazione degli spazi interni ed esterni del complesso della Biblioteca Civica
  • la ristrutturazione della tettoia di via Cavour e degli spazi sottostanti con creazione di spazi di co-working, aule studio e aule musicali
  • il recupero e la trasformazione dell’attuale bocciodromo in un Centro Poli-funzionale
  • la creazione di un’area verde attrezzata all’interno di un polmone verde urbano con attenzione alla presenza e tutela di vegetazione ed essenze autoctone.

Recovery Plan: Carignano candida 17 progetti, per un totale di 39 milioni di euro

Numerosi anche i progetti atti a favorire la mobilità sostenibile come “Bike & Train interchange”, che ha l’obiettivo di creare degli spazi attrezzati vicino alle stazioni per incentivare il trasporto in bicicletta e il turismo slow, stimolando anche la creazione di un albergo diffuso sui percorsi ciclo-pedonali del territorio. Il progetto “Pistaaa. La Blue way Piemontese” invece, di cui Cambiano è il Comune capofila nella proposta dell’associazione CiòCheVale, prevede la rivalorizzazione e tutela di un territorio periferico/rurale al di là della collina torinese attraverso la realizzazione di un tracciato ciclopedonale.

Le altre proposte sono: la messa in sicurezza della circonvallazione (strada Provinciale 122) attraverso la realizzazione di un attraversamento pedonale e di due nuove rotonde, il rinnovo del parco veicoli comunale, con l’acquisto di mezzi ecologici, e la messa in sicurezza idraulica dei rii Tepice e Vajors.

Recovery Plan, Poirino presenta nove progetti

Anche i gruppi consigliari d’opposizione “Il centro per Cambiano” e “Vento di cambiamento” hanno presentato alcune proposte: la riqualificazione energetica di tutte le strutture sportive presenti nel Comune e l’adeguamento del collettore fognario e di contenimento del rio Temo. I gruppi hanno inoltre condiviso alcune proposte già presenti nelle schede progettuali dell’Amministrazione, come la messa in sicurezza della circonvallazione, il recupero dei locali della biblioteca e l’intervento sul bocciodromo.

Il Recovey Plan é assolutamente in linea con il nostro modo di intendere la gestione della cosa pubblica: riqualificazione delle opere esistenti, messa in sicurezza e adeguamento energetico delle nostre strutture e messa in moto dell’economia locale  –commentano dal gruppo il “Centro per Cambiano”- Noi lo chiamiamo Next Generation Cambiano perché è quello che vogliamo e sogniamo per il nostro paese”. 

Recovery Plan, i tre progetti presentati dal Comune di Lombriasco