Carmagnola: al via nuovi “cantieri di lavoro” per disoccupati over 58

399

Il Comune di Carmagnola ha approvato un cantiere di lavoro rivolto a disoccupati con più di 58 anni: dieci i posti disponibili.

lavoro carmagnola
Approvati i nuovi cantieri di lavoro per persone disoccupate over 58 a Carmagnola [immagine di repertorio]
Il Comune di Carmagnola rilancia sui cantieri di lavoro per favorire il reinserimento di persone disoccupate, con un occhio di attenzione a quelle fasce d’età -come quella di chi ha più di 58 anni- che con maggiore difficoltà riescono a trovare nuova occupazione.

Dieci posti saranno disponibili in città, grazie al progetto regionaleCantieri Over58”, avviato con lo scopo ridurre il disagio economico e sociale delle persone che hanno perso il lavoro in età avanzata, permettendo loro di conseguire i requisiti previdenziali ai fini pensionistici.

Cantiere di Lavoro 2022 a Carmagnola, approvato il progetto

Il cantiere durerà 12 mesi, per un totale di 260 giornate; è prevista un’indennità giornaliera massima di 30,15 euro/giornata lordi, per un massimo di 30 ore settimanali, che sarà a carico della Regione e verrà effettuata direttamente dall’Inps.

Carmagnola, dal canto suo, coprirà le spese per la sicurezza e le coperture assicurative (INAIL e responsabilità civile), oltre ai contributi previdenziali, pari al 14,57% dell’indennità.

Prevista, inoltre, un’integrazione economica comunale di 400 euro, a forfait, per l’acquisto di indumenti per affrontare il lavoro in esterno nei mesi invernali, risolvere parte della gestione dei carichi famigliari e coprire l’utilizzo più intensivo di mezzi di trasporto propri e/o pubblici.

Regione Piemonte, nuovi bandi per i Cantieri di Lavoro

I partecipanti saranno coinvolti nella realizzazione di opere di pubblica utilità all’interno dei seguenti ambiti: interventi nel campo dell’ambiente, nell’ambito dei beni culturali e artistici, nel campo del turismo oppure in servizi di notevole rilevanza sociale, compresi i servizi alla persona.

L’individuazione dei destinatari avverrà attraverso selezione pubblica, con priorità tra le persone residenti nel Comune in cui si svolge l’attività lavorativa del cantiere ed eventualmente segnalate dai Servizi sociali.

Piemonte, al via corsi gratuiti di alta formazione post diploma

Questi i requisiti previsti: aver compiuto i 58 anni di età e non aver maturato i requisiti pensionistici; essere residenti in via continuativa sul territorio della Regione Piemonte nei 12 mesi precedenti la data di presentazione della domanda; essere disoccupati ai sensi del D.lgs. 150/2015; non essere percettori di ammortizzatori sociali e non essere inseriti in altre misure di politica attiva finanziate dalla Regione Piemonte. Possono accedere anche i beneficiari del reddito di cittadinanza, se in possesso dei requisiti.

Questo progetto è quanto mai attuale poiché il perdurare della crisi occupazionale sta coinvolgendo sempre più le fasce di lavoratori in età prossima alla pensione e, allo stesso tempo, le riforme delle pensioni hanno aumentato l’età pensionabile“, commenta il neo assessore alle Politiche sociali, Massimiliano Pampaloni.

Regione Piemonte, corsi obbligatori per i percettori del reddito di cittadinanza