Carmagnola e Villastellone tengono chiusi parchi e giardini

1092

I Comuni di Carmagnola e Villastellone hanno deciso di tenere chiusi, almeno fino al 18 maggio, i parchi e i giardini pubblici, come norma anti-contagio da Covid-19.

chiusura parchi giochi carmagnola coronavirus
Il cartello che annuncia la chiusura precauzionale del parco di Cascina Vigna, a Carmagnola, per limitare il contagio da Coronavirus Covid-19: il divieto è esteso a tutti i parchi giochi cittadini.

I Comuni di Carmagnola e Villastellone hanno deciso di tenere chiusi -almeno per le prime settimane della Fase 2, fino al 18 maggio- i parchi e i giardini pubblici, come norma di prevenzione anti-contagio da Covid-19.

A Carmagnola, il sindaco Ivana Gaveglio ha emesso un’ordinanza con cui è prorogata la chiusura del parco di Cascina Vigna e dei giardini comunali attrezzati di via Novara, via Avigliana, via Ivrea, via Pascoli e via Mussetti, oltre che dei bagni pubblici sul territorio cittadino.

Situazione sanitaria e Fase 2 a Carmagnola, parla il sindaco Ivana Gaveglio

In forza del DPCM del 26 aprile, permane il divieto di utilizzo di giochi e attrezzature all’interno di tutti i giardini pubblici e di tutte le aree verdi pubbliche presenti nel territorio comunale sino al 18 maggio e salvo proroghe“, specifica l’Amministrazione.

Anche a Villastellone i parchi resteranno chiusi, “perché sono attrezzati con aree giochi”, come specifica il sindaco Francesco Principi.
E’ stata invece disposta la riapertura delle aree di sgambamento cani, che avverrà a partire dal 7 maggio per consentire il taglio dell’erba.

Fase 2 in Piemonte, le norme in vigore da oggi