Castagnole, sabato torna l’evento “Mangè an n’autra cort”

172

Sabato torna a Castagnole Piemonte l’evento enogastronomico “Mangè an n’autra cort”, con la rievocazione storica dedicata alla figura della Bela Rosin. Ben sedici le Pro Loco che parteciperanno, provenienti dalle province di Torino, Cuneo e Asti.

castagnole piemonte pro loco mangè an n'autra cort enogastronomico bela rosin sagra
Torna l’evento enogastronomico “Mangè an n’autra cort” a Castagnole Piemonte, che si terrà sabato 18 giugno insieme alla rievocazione storica dedicata alla figura della Bela Rosin (fonte foto: Facebook @ Mangè an n’autra cort)

Sabato 18 giugno torna a Castagnole Piemonte l’evento enogastronomico “Mangè an n’autra cort”, insieme alla rievocazione storica dedicata alla figura della Bela Rosin. L’appuntamento è adatto a tutte le età, dai più piccoli ai più grandi, e ha l’obiettivo di riunire le Associazioni Pro Loco provenienti dalle province di Torino, Cuneo e Asti, per promuovere le loro specialità culinarie.

Mangè an n’autra cort giunge alla sua quarta edizione: nonostante la giovane età della manifestazione, di anno in anno l’evento enogastronomico riesce ad ampliarsi sempre di più. Quest’anno, infatti, sono ben sedici le Pro Loco che parteciperanno a questo appuntamento, provenienti dalle tre province torinese, cuneese e astigiana. Oltre all’Associazione Pro Loco castagnolese, padrona di casa, saranno presenti quelle di Virle, Polonghera, Vinovo, Coazze, Salsasio (Carmagnola), Cavalleri e Fumeri (Carmagnola), Tagliata (frazione di Racconigi), San Sebastiano Po, San Marzanotto d’Asti, Ceresole d’Alba, Verzuolo, Priocca, Lombriasco, Faule e Montaldo.

La distribuzione delle specialità culinarie delle Pro Loco avrà inizio alle ore 19. Alla stessa ora comincerà anche la rievocazione storica della figura della Bela Rosin, ovvero Rosa Vercellana, moglie morganatica del re Vittorio Emanuele II di Savoia: pare infatti che nei boschi attorno a Castagnole si siano svolte le cacce del primo re d’Italia e, inoltre, che in una cascina della zona avessero soggiornato i parenti della stessa Bela Rosin.

La rievocazione, giunta alla sua terza edizione, partirà da via Torino fino a giungere in piazza Cesare Battisti: vi saranno oltre duecento partecipanti, contando figuranti e sbandieratori. A curare questa narrazione teatrale saranno l’Associazione storica culturale “La maschera di ferro” di Pinerolo, l’Associazione storica e gruppo storico “Principi dal pozzo della cisterna” e il gruppo di animazione teatrale “Piccolo varietà”; ad accompagnare il corteo anche il gruppo di sbandieratori “Comitato Palio San Marzanotto d’Asti”.

Il gruppo GioCa di Castagnole continua a crescere con nuovi progetti

Tutto l’evento si svolgerà nel centro dell’abitato castagnolese: saranno presenti anche tre infopoint, presso i quali sarà possibile acquistare la “tasca” con il bicchiere, dato che ogni stand della Pro Loco proporrà anche del vino. Inoltre, la piazza Cesare Battisti accoglierà anche i due stand dei bar “Il capriccio” e “Il chiosco”, insieme al palco e alle postazioni per il djset: a partire dalle 22 la serata sarà infatti allietata prima dal “Kawaii Flower Party” con la dj Greta Tedeschi e la voce di Junoo; dalle 23 prenderà il suo posto il dj Roberto Molinaro con il vocalist Sandro Beat.

A collaborare con l’Amministrazione comunale castagnolese, promotrice del progetto, ci sono le Associazioni locali APSCF, Croce Rossa, Alpini, Protezione Civile e GioCa; numerose anche le attività del territorio che hanno offerto il proprio sostegno. Per partecipare alla manifestazione non è necessario effettuare alcuna prenotazione; sono state inoltre predisposte tre aree per il parcheggio dei veicoli nelle zone d’accesso del paese.

Castagnole, torna Piazza Ragazzabile: iscrizioni entro il 27 giugno