Ceresole d’Alba: la differenziata sfiora il 78%

128

Ottimo risultato per il Comune di Ceresole d’Alba in ambito ambientale, con il 77,8% di differenziata nel 2018. Merito dei nuovi servizi; prevista una riduzione in bolletta Tari.

 

verdegufo differenziata coabser

Ottimi risultati ambientali per il Comune di Ceresole d’Alba, che nel 2018 è arrivato al 77,8% di raccolta differenziata.

A distanza di un anno aumenta quindi del 10% la percentuale dei rifiuti che i Ceresolesi hanno differenziato utilizzando le varie possibilità offerte dal servizio -commentano dal Comune- Gli ottimi risultati raggiunti hanno generato dei risparmi che hanno permesso il miglioramento del servizio con l’introduzione del doppio passaggio mensile per la plastica, l’introduzione del servizio di raccolta sfalci, l’attivazione del servizio domiciliare di raccolta degli ingombranti e l’attivazione del servizio di raccolta degli oli usati“.
A partire dal 2019 è stato inoltre introdotto il nuovo sacchetto arancione con il codice a barre e una capienza di 20 litri.

L’Amministrazione comunale sottolinea inoltre come un’altra parte dei risparmi ottenuti grazie al minor quantitativo di rifiuti conferiti in discarica sia stata destinata a una riduzione della tariffa.

In generale, nell’area del Consorzio rifiuti Albese e Braidese, la raccolta differenziata è al 67,7%, quattro punti percentuali in più del 2017 e ben 11,2% in più rispetto al 2016.
E’ stato quindi raggiunto l’ obiettivo minimo del 65% entro il 2020.

La raccolta differenziata fa bene all’ ambienteconcludono dal Comune di Ceresole d’AlbaProseguiamo insieme l’impegno per migliorarla sempre di più e differenziare il più possibile i materiali che non utilizziamo più“.