Ceresole: si ride con “J’Amis dij Burgh”

160

In scena al teatro parrocchiale di Ceresole d’Alba la commedia in piemontese “Per fé na vita parèj, a l’è mej vive che meuire”, scritta dal carmagnolese Gian Antonio Bertalmia.

cinema teatro cinema-teatro Ceresole d'Alba


La commedia teatrale in piemontese “Per fé na vita parèj, a l’è mej vive che meuire” -scritta dal carmagnolese Gian Antonio Bertalmia e messa in scena dalla Compagnia “J’Amis dij Burgh” di Carmagnola- andrà in scena sabato 30 marzo alle ore 21 al cinema parrocchiale di Ceresole d’Alba.

Questi i personaggi e interpreti dello spettacolo, in due atti: Massimo Vispa è Flipòt, medico condotto; Franca Matis sua moglie Gaudensia; Elena Beccari la figlia Dalila; Mirella Bonetto sua mamma Ortensia; Franco Bonetto il padrone di casa Lorens; Massimo Favaro il figlio del farmacista Paulin; Dario Giacosa il rompiballe Tonin; Bruna Marciale la moglie del rompiballe, Tonina; Gianni Lungo Vaschet è il parroco don Beppe; Dario Giobergia il chierichetto; Paola Chicco la zitella Michina e Mario Benente è Peròttò, anziano pieno di malanni.
Coordinamento e regia di gruppo. Audio e luci a cura di On Stage Service.

La commedia era stata messa in scena in anteprima, con grande successo, a Carmagnola lo scorso 16 febbraio, in una serata di solidarietà con l’Associazione locale “Famiglie e Volontari per l’Handicap”.

L’ingresso della serata a Ceresole sarà a offerta libera. Informazioni e prenotazioni alla farmacia Papurello, in via Martiri 101, telefono 0172-574198.