Sottopassi allagati? Scatta il semaforo rosso!

111

Intervento preventivo voluto dall’Amministrazione di Carmagnola per aumentare la sicurezza stradale automobilistica in tre sottopassi cittadini.

semafori sottopassi carmagnola ph Il Carmagnolese
I nuovi impianti di sicurezza anti-allagamento (semafori, sensori, telecamere) sono stati installati in prossimità di tre sottopassi di Carmagnola


Da qualche giorno sono stati installati a Carmagnola nuovi sistemi di allarme automatico in grado di segnalare eventuali allagamenti nei sottopassi cittadini, bloccando il traffico con apposito semaforo rosso.

In particolare, l’intervento riguarda tre sottopassi del territorio comunale: quello di Santa Rita, quello in zona Teksid (via Rubatto) e quello del Vallone, in via Tetti Picchi.

Si tratta di un intervento finalizzato ad aumentare la sicurezza stradale automobilistica in Carmagnola -commentano il sindaco Ivana Gaveglio e l’assessore ai lavori pubblici, Alessandro Cammarata- Abbiamo scelto di investire in prevenzione, per evitare che in futuro possano sorgere situazioni pericolose“.

Sempre più di frequente, infatti, si sono verificati sul territorio fenomeni di piogge eccezionalmente intense (le cosiddette “bombe d’acqua”), con conseguente rischio anche per l’incolumità di chi transita in macchina nei sottopassi.

I sistemi di monitoraggio anti-allagamento installati a Carmagnola prevedono sia un sistema di segnalazione di eventuali blocchi del traffico -dotato di sensori, unità di controllo e due semafori (uno per ciascun ingresso del sottopasso)- sia la presenza di una telecamera, che consente la visualizzazione e il controllo da remoto della situazione.

Il costo complessivo dell’operazione voluta dall’Amministrazione Gaveglio ammonta a circa 17.600 euro e include anche l’installazione degli impianti (con le necessarie opere elettriche ed edili); una formazione/addestramento del personale addetto alla gestione del sistema, in modo che il Comando di Polizia municipale possa operare in piena autonomia e autosufficienza, e un’assicurazione che copre anche eventuali atti dolosi o eventi catastrofici.

La ditta installatrice, inoltre, garantisce per due anni gli impianti, con pronto intervento h24 ed eventuali sostituzioni o riparazioni di materiale danneggiato nell’arco di una giornata.