Il Consorzio Chierese per i Servizi rinnova il sito internet

490

Il Consorzio Chierese per i Servizi lancia il suo nuovo sito web, riorganizzato nella struttura, nei contenuti e nella grafica.

nuovo sito ccs consorzio chierese servizi
Nuovo sito per il Consorzio Chierese per i Servizi, che gestisce rifiuti e igiene urbana anche a Carmagnola.

Il Consorzio Chierese per i Servizi lancia il suo nuovo sito web, mantenendo invariato l’indirizzo www.ccs.to.it, con una completa riorganizzazione, sotto il profilo strutturale, contenutistico e grafico.

Tale riorganizzazione rende più facile la navigazione, l’organizzazione e la ricerca dei contenuti, adeguando il sito ai criteri di accessibilità e usabilità per proporre contenuti sempre aggiornati e permettere ai cittadini di interagire con più semplicità con l’Ente e i sui uffici, spiegano dal CCS.

In homepage si può notare una struttura ben definita, che mette in posizione centrale le news più importanti e le “aree tematiche” che raccolgono le informazioni più ricercate e richieste dagli utenti, quali calendari di raccolta, modulistica, Tari, centri di raccolta, amministrazione trasparente e la nuova sezione Arera.

La bolletta Tari 2020 a Carmagnola sarà più leggera

Il menù principale, composto da “Il Consorzio, “Uffici e Servizi”, “Aree Tematiche” e “Come fare per”, è stato strutturato per agevolare una navigazione veloce ed esaustiva tra tutte le pagine e informazioni del sito consortile -spiega Giuseppe Poma, responsabile della comunicazione per il Consorzio- Il sito è stato realizzato con la tecnologia FlexCMP tenendo conto delle Linee guida di design per i servizi web della Pubblica Amministrazione in merito all’accessibilità. L’Ente quindi si è orientato verso una soluzione in grado di dar vita ad un sito piacevolmente navigabile, conforme agli standard W3C e ricco di funzionalità, gestibile in totale autonomia“.

Sono stati potenziati i canali di dialogo e di osservazione dei cittadini e la consultazione di tutti i contenuti pubblicati può ora avvenire da dispositivi mobili grazie all’idea del “Mobile First”, ciò pensando a grafica, usabilità e leggibilità che favoriscano la consultazione di contenuti da dispositivi mobili.

Il lancio del nuovo sito, in questo periodo così particolare, testimonia anche il fatto che il Consorzio non si è mai fermato, sia durante che dopo il lockdown, e ha continuato a fornire i propri servizi ai cittadini con l’intento di garantire la normalità pur in un contesto anomalo”, dichiara il direttore del Consorzio Chierese per i Servizi, Davide Pavan.

Concorso sui rifiuti, il CCS ha premiato le scuole dell’infanzia