A Bra il convegno nazionale dei giovani Oftal

184

I giovani Oftal si ritrovano per un weekend a discutere di volontariato e fede. Previsti ospiti speciali, anche di cultura e sport. Organizza la sezione Bra-Lombriasco.

 

Oftal Lourdes Giovani OftalSabato 27 e domenica 28 ottobre, al centro Giovanni Arpino di Bra, si terrà il XXIII convegno nazionale dei giovani Oftal, Associazione religiosa impegnata nel trasporto degli ammalati e degli infermi in pellegrinaggio a Lourdes.

È un avvenimento molto importante che si svolge ogni due anni e coinvolge una folta rappresentanza di giovani di tutte le nostre sezioni diocesane –spiegano dall’Oftal Bra-Lombriasco a cui spetta quest’anno organizzare l’evento dopo aver ricevuto nel settembre 2016 il “testimone” dalla sezione di Vigevano- I nostri giovani da allora hanno lavorato e stanno ancora lavorando alacremente per la buona riuscita di questo importante momento che vedrà tanti giovani interrogarsi e confrontarsi su tema “Chi è più importante?”. Sarà certamente un momento di forte arricchimento per tutta l’Associazione ed una iniezione di entusiasmo, fantasia e freschezza“.

Proseguono dall’Oftal: “I nostri giovani, impegnati nel volontariato, hanno senz’altro tanto da trasmetterci; da loro dipende il futuro della famiglia, della società e della Chiesa. Già il logo che hanno coniato per l’evento è molto accattivante e quel grande punto interrogativo riserverà certamente molte sorprese. Sarà quindi importante starli a sentire e chissà che le risposte non ci stupiscano e non ci cambino un po’ in meglio“.

Al convegno nazionale dei Giovani Oftal di Bra saranno presenti, come invitati speciali, personaggi di “spessore” impegnati nella cultura, nello sport, nel sociale e nella Chiesa.
Il Convegno sarà una occasione di conoscenza reciproca, di ascolto, di dialogo, di comunicazione e un modo per saldare insieme le generazioni -concludono gli organizzatori- È importante che l’esperienza del “servizio” che questi giovani vivono in occasione dei pellegrinaggi a Lourdes non si riduca ad una ‘esperienza’ tra le altre, ma diventi veramente uno ‘stile’ di vita. Ed è questa l’aspettativa del convegno“.

Sul sito di sezione ulteriori informazioni relative al gruppo di Bra-Lombriasco.