Cottino e Laurenti, doppia mostra a Carignano

217

Doppio appuntamento artistico a Carignano in ottobre, con le mostre “Dai segni del potere all’Inquisizione”, sculture di Giancarlo Laurenti, e “La natura vista e rivisitata”, opere pittoriche di Isidoro Cottino e Giancarlo Laurenti.

Giancarlo Laurenti scultura Cottino
Particolare di una scultura di Giancarlo Laurenti

Doppio appuntamento artistico a Carignano, con le mostre “Dai segni del potere all’Inquisizione”, sculture di Giancarlo Laurenti, e “La natura vista e rivisitata”, opere pittoriche di Isidoro Cottino e Giancarlo Laurenti.

L’inaugurazione delle due esposizioni si terrà l’11 ottobre alle 17 nella chiesa dei Battuti Bianchi di via Borgovecchio e alle 18 nella sala mostre della biblioteca comunale in via Frichieri 13.

La presentazione è a cura di Donatella Avanzo, storica dell’arte; seguirà un rinfresco offerto dal Comune di Carignano.

Le mostre proseguiranno fino a domenica 10 novembre, con i seguenti orari: in biblioteca da lunedì a venerdì 14,30-17,30, i sabati 15-18; per la mostra di scultura in via Borgovecchio, invece, le visite saranno possibili esclusivamente il sabato e domenica dalle 15 alle 18. Per appuntamenti, chiamare il 337-342766.

Isidoro Cottino, torinese classe 1938, ceramista, pittore, incisore, dal 1978 si dedica alle tecniche incisorie e in particolare a quelle di ricerca e sperimentazione nella grafica d’arte. Fondatore dello Spazio 9 Arte, ha fatto parte dei maestri delle Scuola internazionale di Grafica di Venezia come assistente di Riccardo Licata per i corsi di tecniche sperimentali.

Giancarlo Laurenti, nato nel 1948 a Carignano dove vive, lavora e risiede, fin da giovane ha coltivato la passione per le attività artistiche. Di formazione autodidattica, ha realizzato, pitture, sculture in legno nonché metalliche e plastiche. La sua ricerca, è quella di rendere nella scultura, oggetti i concetti e nella pittura trasformare i paesaggi in metafora, sublimandone la poesia nell’armonia dei colori.