Domenica a Villastellone una manifestazione con i metal detector

168

Nella mattinata di domani, domenica 6 giugno, si terrà a Villastellone una manifestazione con i metal detector a cura dell’Associazione EsseOEsse Metal Detector – Oggetti Smarriti Piemonte: appuntamento dalle 9 alle 12 al Parco del Levà.

villastellone metal detector
Villastellone, oggi una manifestazione con i metal detector dalla nuova Associazione

Dalle ore 9 alle ore 12 di domani, domenica 6 giugno 2020, il Parco del Levà di Villastellone ospiterà la presentazione della neo Associazione villastellonese “EsseOesse Metal Detector” che intratterrà il pubblico con una dimostrazione di pulizia dell’area verde dagli oggetti metallici, in collaborazione con il gruppo di protezione civile locale “CB Stella”.

L’obiettivo che si pone EsseOesse Metal Detector è di sensibilizzare grandi e piccini a questa pratica: per questo motivo, durante l’esercitazione, i bambini avranno l’opportunità di prendere parte alla manifestazione, imparando alcune delle regole di chi “spazzola”, termine utilizzato per indicare l’azione di chi svolge questa attività.

Spesso scambiati per tombaroli, nella realtà i metaldetectoristi rivestono un ruolo molto importante all’interno della società. A questo proposito, Michele Manfredi, vice-presidente dell’Associazione, spiega: “I metadetectoristi non aiutano solo le persone che smarriscono beni come chiavi o gioielli, ma si occupano anche della bonifica dei terreni da oggetti metallici, della ricerca di siringhe nei parco giochi e intervengono a fianco delle forze dell’ordine in caso di furti o occultamento di armi“.

L’ente, costituitosi nel 2019 ad Asti e nato da un gruppo Facebook che ospitava qualche appassionato di questa pratica, ha trovato in Villastellone una seconda casa. Ad occuparsene in prima persona è stato il vicesindaco Domenico Ristaino, il quale si è dichiarato entusiasta del progetto portato avanti dai metaldetectoristi sotto la guida dell’attuale presidente, Walter Scarcipino

Il componente dell’Amministrazione Comunale villastellonese rivela: “Ciò che mi ha colpito in modo particolare è la ferrea normativa a cui i metaldetectoristi sottostanno: per esempio, vi è la regola di consegnare al Comune gli oggetti con più di 50 anni ed è assolutamente vietato spazzolare nelle zone archeologiche”.

A oggi, questi volontari autodidatti che offrono gratuitamente i loro servizi puntano a ottenere un riconoscimento e, soprattutto, a informare le persone sulla loro attività, invitandole ad avvicinarsi a questo mondo poco conosciuto e, a volte, pieno di pregiudizi. 

Manfredi dichiara: “Abbiamo già effettuato diverse attività in passato, tra cui la pulizia da tappi e lattine del parco della piscina del centro sportivo villastellonese e dell’acquaparco “Le Cupole” di Cavallermaggiore -e conclude- Un evento significativo è stato poi quello organizzato a “La cascina del Mulino” durante il quale abbiamo illustrato ai bambini del centro estivo la figura del metaldetectorista e alcune delle norme che lo contraddistinguono dal tombarolo: un appuntamento simile è stato fissato anche questa estate per i giovani dell’estate ragazzi Alfieri a Torino“.