Domenica a Moretta un concerto dedicato al musicista Igor Stravinskij

377

Domenica 28 maggio in Cascina San Giovanni a Moretta l’Ensamble Obiettivo Orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo proporrà un concerto del musicista Igor Stravinskij.

Moretta Igor Stravinskij.
Il concerto verrà eseguito dall’Ensamble Obiettivo Orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo

L’associazione culturaleLa Ginestra” di Moretta propone un concerto dell’Ensamble Obiettivo Orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, dedicato al musicista russo naturalizzato statunitense Igor Stravinskij. Appuntamento domenica 28 maggio, alle ore 21, al centro polifunzionale Cascina San Giovanni.

Durante la serata verranno eseguiti i brani “Ottetto per fiati“, con la direzione di Lorenzo Orlandi, e “Histoire du soldat“, con la direzione di Pietro Micheletti e la partecipazione di Mario Bois come voce recitante.

Torna la Caccia al tesoro nelle Terre di Mezzo con l’associazione Octavia

“Il brano” Ottetto per fiati” è una delle composizioni più caratteristiche dello stile neoclassico stravinskiano. Realizzato per flauto, clarinetto, fagotti, trombe, tromboni, fu eseguito per la prima volta a Parigi nel 1923 sotto la direzione dell’autore. È considerato dalla critica una rivisitazione dell’antico classicismo secondo lo spirito moderno”, fanno sapere dall’associazione.

E continuano: “Il brano “Histoire du soldat” narra invece la vicenda, tratta da due favole popolari russe, di un soldato che cede a un personaggio ambiguo il proprio violino, in cambio di un libro magico. Il personaggio è però il diavolo e per il povero soldato saranno guai. Secondo i critici nell’opera affiora prepotentemente la ricerca di nuove sonorità con un organico ridotto: violino, contrabbasso, clarinetto, fagotto, cornetta, trombone e percussioni. La sostituzione della parola cantata con il racconto dell’attore assume una primaria importanza nella rappresentazione musicale. Lo stesso Stravinskij dichiarò: “L’idea di comporre uno spettacolo drammatico mi era più volte venuta in mente all’inizio della guerra. Volevo un lavoro circoscritto nel numero degli esecutori, semplice nella trama del racconto e di facile comprensione”. Una scelta innovativa che colloca l’opera a metà strada tra teatro e musica da camera”.

L’ingresso alla serata sarà libero e gratuito.

Moretta: il comitato per il gemellaggio ha un nuovo direttivo