Il Valinotto di Carignano protagonista nel reportage “Restauri d’arte”

762

Il santuario del Valinotto di Carignano è protagonista di una puntata di “Restauri d’Arte”, i reportage a cura del Direzione comunicazione e rapporti con i cittadini e il territorio della Città metropolitana di Torino.

restauri valinotto carignano
Arco trionfale del santuario del Valinotto di Carignano, protagonista del reportage “Restauri d’arte” (foto: Marinella Piola)

Una puntata della serie di reportage “Restauri d’Arte”, realizzata dalla Direzione comunicazione e rapporti con i cittadini e il territorio della Città metropolitana di Torino, è stata interamente dedicata al santuario del Valinotto di Carignano, il gioiello architettonico del barocco conosciuto anche con il nome di cappella della Visitazione di Maria a Santa Elisabetta.

Famoso a livello regionale, nazionale e internazionale, questo edificio, progettato dal giovane Vittone ed edificato nella prima metà del ‘700, è stato da poco restaurato grazie alla collaborazione tra l’Associazione Progetto Cultura e Turismo di Carignano e alla Fondazione Compagna di San Paolo, che ha contribuito al suo rifacimento dal punto di vista economico.

Progetto Cultura e Turismo presenta il progetto sul barocco

All’interno del video, consultabile sul canale Youtube dell’ente metropolitano, è possibile assistere a un’intervista ad Agostino Magnaghi, architetto e docente universitario che ha diretto le operazioni di restauro, e a Tommaso Carena, ingegnere membro dell’Associazione carignanese.

La cappella del Valinotto è attualmente accessibile tramite le visite guidate organizzate dai volontari di beni culturali dell’Associazione. Per prenotare, è consigliare riservare il posto almeno con una settimana di anticipo contattando l’organismo ai numeri 348-5479607, 333-3062695 o 338-1452945 o tramite l’indirizzo di posta elettronica carignanoturismo@gmail.com.