Iniziato il nuovo anno scolastico all’Istituto Bobbio di Carignano

476

L’anno scolastico 2023-2024 è iniziato con molte novità all’Istituto Norberto Bobbio di Carignano, con particolare attenzione al percorso di formazione degli studenti.

L’Istituto di Istruzione Superiore Norberto Bobbio di Carignano

Anche all’Istituto Norberto Bobbio di Carignano è iniziato l’anno scolastico 2023-2024, con l’introduzione di nuovi progetti secondo l’obiettivo “Scuola serena”.

In primo luogo, grazie alla “didattica orientativa” e ai nuovi spazi dedicati all’apprendimento, cresce l’attenzione rivolta agli studenti e al loro percorso di formazione in un contesto sano e stimolante, in cui si può imparare non solo il programma delle classiche materie scolastiche, ma anche a diventare cittadini del mondo.

Verrà dedicato un interesse particolare allo studio delle lingue straniere: dopo le limitazioni derivanti dalla pandemia di Covid-19, gli studenti potranno nuovamente partecipare agli scambi e ai soggiorni linguistici.

Pediatri Asl TO5: è ancora emergenza in sei Comuni

A questo proposito, la dirigente professoressa Claudia Torta dichiara: “La vocazione europea del nostro istituto è ancor più rafforzata dall’importanza che diamo allo studio delle lingue straniere, grazie alla presenza di due sezioni di Liceo Linguistico moderne e dinamiche, ancora di più in un ambiente sano e sereno, con mezzi e strumenti rinnovati dal progetto PNRR come i laboratori multimediali e di realtà aumentata, dove i ragazzi e le ragazze hanno la possibilità di prepararsi per affrontare il mondo del lavoro e qualsiasi tipo di facoltà universitaria”.

Inoltre, da metà giugno è attiva una stazione metereologica di ultima generazione alla sezione liceale dell’istituto. Si tratta di una Vintage Pro 2: è dotata di anemometro, pluviometro, igrometro, barometro e termometro, è alimentata a pannelli solari e può essere costantemente monitorata attraverso un’applicazione del cellulare e naturalmente via web dal sito dedicato.

Nei prossimi anni il dispositivo fornirà una notevole e interessante quantità di dati metereologici e climatologici relativi al nostro territorio, dando la possibilità a studenti e docenti di analizzare e indagare ambiti diversi e trasversali dell’insegnamento, dalla climatologia alla meteorologia, dalla statistica alle tecnologie innovative.

La possibilità di vedere, analizzare e scaricare i dati metereologici in tempo reale offrirà anche spunti importanti di approfondimento per il curricolo di educazione civica e per la didattica orientativa.

Il Coro di Carignano suona per i cent’anni del Parco del Gran Paradiso