Intervista ad Achille Lanfranca, sindaco dei ragazzi di Racconigi

199

Intervista al sindaco del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze di Racconigi Achille Lanfranca, da poco eletto dai suoi compagni.

Achille Lanfranca e il Sindaco Valerio Oderda

A Racconigi si è tenuta la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze: il giovane sindaco Achille Lanfranca racconta gli obiettivi che lui e i suoi compagni intendono realizzare nell’ambito di questo progetto. 

Perché hai deciso di candidarti e quali sono le aspettative tue e dei tuoi compagni riguardo questo progetto?

Quest’anno nella nostra Scuola è stato proposto il progetto del Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze, allo scopo di promuovere la partecipazione dei giovani alla vita sociale del nostro Comune. Ho sfruttato l’occasione con impegno e passione, riflettendo sulle iniziative dei compagni di classe. La nostra aspettativa è alta, speriamo di realizzare almeno due delle attività inserite nel programma.

Come si sono svolte le elezioni e la campagna elettorale?

Abbiamo presentato i nostri progetti alle classi 5^elementare e 1^ 2^ 3^ media, utilizzando volantini, slogan e slide che contenevano miglioramenti per la nostra Scuola e iniziative culturali e di svago. Conclusa “la campagna elettorale” si sono svolte le elezioni, durante le quali tutti gli studenti hanno dato la preferenza alla lista scelta (ognuna conteneva il nome del candidato Sindaco più tre consiglieri).

Le celebrazioni per il Primo Maggio a Racconigi

Quali sono i punti principali della tua lista “Uniti per Racconigi”, premiata alle elezioni?

Per quanto riguarda l’ambito della cultura abbiamo proposto la giornata “Tutti in Castello”, che prevede visite guidate al Castello di Racconigi curate da noi studenti. La giornata si concluderà con uno spettacolo teatrale, che prevede anche l’accompagnamento musicale dell’orchestra del corso A.

Per il tema ambiente invece abbiamo proposto l’iniziativa “Rifiuti nel sacco”: come studenti vogliamo contribuire a rendere più bello e pulito il nostro paese con una giornata dedicata alla raccolta dei rifiuti abbandonati.

Un’altra delle nostre idee è  “Fashion Locker – Armadietti alla moda”: ad ogni alunno verrà assegnato un armadietto, che sarà possibile decorare a piacimento, dove poter tenere libri, quaderni e altro materiale nel corso delle giornate scolastiche. Ogni studente sarà direttamente responsabile del proprio armadietto, che passerà poi a un nuovo arrivato, al termine del nostro percorso scolastico.

L’ultima proposta riguarda la creazione di un comitato festeggiamenti composto da ragazzi, per l’organizzazione di un ballo di fine anno nel giardino delle scuole medie e altri eventi.

Si è tenuta pochi giorni fa la prima seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, com’è andata?

É stato un evento importante ed emozionante, mi è piaciuto molto! Abbiamo conosciuto il Sindaco e alcuni Consiglieri Comunali. Tutti hanno voluto condividere dei ringraziamenti, in particolare per l’alta affluenza al voto e per la presenza di numerose ragazze/consigliere. Durante la cerimonia, come speciale benvenuto, ci hanno regalato un cofanetto contenente una copia della Costituzione e una bandiera della Repubblica Italiana. La Dirigente Scolastica accompagnata da due insegnati ci ha supportato con le sue parole e la sua presenza.

Com’è stato essere eletto Sindaco del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze? Prima di questo momento avevi mai pensato a una carriera politica?

Sinceramente fino ad ora non avevo mai pensato di intraprendere una carriera politica. É stato un grande onore però essere scelto dai miei compagni per questo ruolo, mi impegnerò ad essere loro portavoce al massimo delle mie capacità e farò attenzione a tutto ciò che accade a scuola per intercettare eventuali problemi. 

Oggi a Racconigi la prima seduta del Consiglio comunale dei ragazzi