Italia Viva: “Creiamo un coworking a Carmagnola”

732

I referenti locali di Italia Viva propongono la creazione di un coworking a Carmagnola, con un progetto innovativo per recuperare l’ex Casa delle Guardie.

coworking Carmagnola
La ex Casa delle Guardie, completamente da ristrutturare, si trova all’interno del complesso monastico di Sant’Agostino, a Carmagnola: qui Italia Viva propone di realizzare uno spazio per il coworking (foto: www.comune.carmagnola.to.it).

A Carmagnola si può realizzare un progetto innovativo, che sarebbe stato anche coerente
con gli obiettivi del Next Generation Plan, realizzando una sede di coworking, spazio di lavoro condiviso dove attrezzature, idee e conoscenze vengono messe in condivisione con gli altri utenti“: così Federica Zamboni e Pier Antonio Pasquero, referenti di Italia Viva del Carmagnolese e del Chierese, lanciano una proposta per rivitalizzare un luogo importante del centro cittadino.

Il luogo più indicato per questo tipo di progetto potrebbe essere, a nostro avviso, l’edificio adiacente la chiesa di Sant’Agostino, comunemente denominato Casa delle Guardie o ex convento agostiniano -spiegano- La struttura è situata nel cuore della città e necessita di una ristrutturazione completa e una nuova destinazione d’uso“.

Complesso monastico di Sant’Agostino, Carmagnola cerca fondi

La riflessione di Zamboni e Pasquero parte da un fenomeno esploso negli ultimi anni, con una grande diffusione di spazi lavorativi di nuova concezione, la cui necessità è stata ulteriormente accelerata dalla crisi sanitaria dovuta alla pandemia.

Si tratta di spazi collaborativi, che possono ospitare lavoratori eterogenei dal punto di vista
della formazione, dell’attività svolta e del settore di competenza: possono essere lavoratori autonomi, liberi professionisti, ma anche lavoratori dipendenti in smart working che necessitano di un luogo attrezzato e separato dall’ambiente familiare -concludono da Italia Viva, sottolineando come tali strutture siano anche un efficace strumento di rigenerazione urbana- A Carmagnola un luogo di questo tipo non è ancora presente. Il lavoro sta cambiando, i lavori stanno cambiando e la città deve adeguarsi alle nuove forme di lavoro: può farlo riprogettando la Casa delle Guardie, non solo per conservarla come immaginato finora, ma per dare un nuovo servizio a supporto del lavoro e dei lavoratori”.

In Irlanda gli edifici rurali abbandonati saranno utilizzati per lo smart working fuori dalle città