La Fondazione Don Gnocchi dona 4 defibrillatori al territorio di Castagnole

271

La Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus ha donato quattro nuovi defibrillatori al Comune di Castagnole Piemonte.

Don Gnocchi defibrillatori Castagnole
Uno dei dispositivi sarà posizionato al Centro servizi La Pesa

Nei giorni scorsi la Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus ha donato quattro nuovi defibrillatori, che attraverso l’Amministrazione del Comune di Castagnole Piemonte e la Croce Rossa castagnolese, saranno utilizzati per cardioproteggere ulteriormente il territorio.

“Un gesto di enorme sensibilità rivolto a tutti i cittadini castagnolesi, adulti e bambini, che sottolinea l’importanza del DAE in loco, requisito fondamentale che permette di intervenire su persone colpite da arresto cardiaco entro pochissimi minuti, con alte probabilità di riuscire a salvare loro la vita”, commentano dal Comune di Castagnole.

Mattia Sandrone si ricandida a sindaco di Castagnole Piemonte

Nei Prossimi giorni un DAE sarà posizionato al Centro servizi La Pesa, luogo ad alta intensità di affluenza in quanto sede della biblioteca civica, della sezione Avis di Castagnole Piemonte, di un ambulatorio medico di Medicina Generale, con sale dedicate anche a riunioni ed eventi.

La fedeltà al messaggio del beato don Gnocchi reclama e pervade, in ogni attività, la centralità della persona, colta nella sua integralità: viene prima l’uomo della sua malattia” è la missione della Fondazione che da ormai 70 anni è accanto ai più fragili.

Ad oggi si considera uno dei più grandi gruppi di ospedali privati italiani, con quattordici ospedali (di cui due IRCCS), otto RSA e molteplici ambulatori. La Fondazione è distribuita su tutto il territorio nazionale ed opera principalmente nei settori della fisiatria, della neuropsichiatria infantile e delle cure palliative.

Attivata una raccolta fondi per i dipendenti della Delgrosso di Nichelino