Meno contagi Covid-19 nel Carmagnolese dopo oltre due mesi

117

Per la prima volta da fine gennaio si registra il segno “meno” nel totale dei contagi Covid-19 nel territorio carmagnolese. Ma la situazione resta difficile negli ospedali.

meno contagi covid
Per la prima volta dopo oltre due mesi si registra il segno meno nel totale dei contagi Covid nell’area carmagnolese (fonte: Regione Piemonte)

Per la prima volta da fine gennaio, e dopo oltre tre settimane di zona rossa in Piemonte, i contagi Covid-19 nel Carmagnolese mostrano il segno “meno” nel totale, seppure con una riduzione di poche unità.

Il segnale di speranza rispetto a uno stop della terza ondata della pandemia sul territorio viene comunque bilanciato da una situazione ancora difficile negli ospedali. L’Asl TO5 fa sapere che, oggi, al San Lorenzo di Carmagnola, Covid Hospital locale, sono solamente quattro i posti letto disponibili su 121; una decina, su oltre 130, quelli liberi negli altri due ospedali di Chieri e Moncalieri. Sopra al 90% anche l’indice di occupazione delle terapie intensive.

Asl TO5, un quinto della popolazione ha ricevuto il vaccino Covid

Tornando ai dati dei contagi, comunque, il confronto con la settimana scorsa indica 76 positivi in meno, per un totale di 1.142 casi rispetto ai 1.218 di sette giorni fa (-6%). Risultano colpite dal Covid, attualmente, circa nove persone ogni mille abitanti.

La diminuzione dei casi di Coronavirus non è ancora omogenea su tutto il territorio, anche se il calo si registra in circa due terzi dei Comuni. Crescite importanti del contagio -in relazione alla popolazione residente- si registrano ancora a Caramagna Piemonte, dov’era già presente un focolaio a fine marzo, nonché a Lombriasco e Sommariva del Bosco.

Il Piemonte resta “rosso” ma i più piccoli tornano a scuola in presenza

Questo il dettaglio Comune per Comune per quanto riguarda i positivi al Coronavirus; dati ufficiali Regione Piemonte aggiornati alle 18:30 di mercoledì 7 aprile 2021. Tra parentesi, la differenza percentuale in relazione alla popolazione residente rispetto a sette giorni prima (in grassetto gli aumenti superiori allo 0,15%, in rosso i paesi in cui viene superato il limite indicato dal Dpcm Draghi).

  • Carmagnola 271 (+0,01% della popolazione)
  • Santena 117 (+0,08% della popolazione)
  • Vinovo 111 (-0,18% della popolazione)
  • La Loggia 101 (-0,14% della popolazione)
  • Racconigi 99 (-0,20% della popolazione)
  • Caramagna Piemonte 65 (+0,33% della popolazione)
  • Carignano 63 (+0,01% della popolazione)
  • Poirino 61 (-0,12% della popolazione)
  • Sommariva del Bosco 40 (+0,24% della popolazione)
  • Cambiano 40 (-0,13% della popolazione)
  • Castagnole Piemonte 31 (-0,09% della popolazione)
  • Piobesi Torinese 23 (-0,39% della popolazione)
  • Villastellone 30 (-0,09% della popolazione)
  • Ceresole d’Alba 23 (-0,10% della popolazione)
  • Casalgrasso 16 (+0,07% della popolazione)
  • Pralormo 12 (-0,05% della popolazione)
  • Osasio 11 (-0,66% della popolazione)
  • Lombriasco 10 (+0,29% della popolazione)
  • Pancalieri 9 (-0,34% della popolazione)
  • Virle Piemonte 9 (invariato)
  • Polonghera 6 (-0,27% della popolazione)

[Elaborazioni a cura della Redazione de “Il Carmagnolese” su dati ufficiali della Regione Piemonte – Tutti i diritti riservati. Le percentuali fornite sono soggette a margine di errore e non rivestono alcun carattere di ufficialità]

“Cosa c’è dietro una pizza?”: il ristoratore Lorenzo Lunetti racconta le difficoltà della categoria ai tempi del Covid